02/11/2022 - 08:00

Bombole gpl per uso domestico e industriale: le soluzioni di Agnenergia

Energia

I tanti impieghi delle bombole a Gas di Petrolio Liquefatto (GPL).
bombola a GPL

Per il riscaldamento, per la cottura, quale fonte di energia alternativa e per fornire gas ecologico e sicuro laddove non arrivi la fornitura classica di metano: parliamo delle bombole GPL. Molto utilizzate specialmente nelle seconde abitazioni e per l’utilizzo di cucine da esterno o barbecue, quello che molti non sanno è che si tratta di uno strumento decisamente green.

Il GPL, infatti, ha un basso impatto ambientale, un altissimo potere calorifero e, non per ultimo, le bombole che lo contengono sono riutilizzabili “all’infinito”. Ma andiamo con ordine e cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

I tipi di bombola GPL

Il GPL in una bombola è allo stato liquido, consentendo uno stoccaggio ottimale, e si possono richiedere versioni molto piccole da 10 chili, medie tra i 15 e i 25 o persino più voluminose da 60 chili o più. L'utilizzo può essere privato o industriale e le norme di sicurezza sono poche ma importanti per utilizzare tale fonte in maniera ottimale e senza pensieri.

I rivenditori ufficiali di bombole GPL sono quindi in grado di fornire modelli di taglie diverse a seconda della singola esigenza e sono tenuti a ritirare il vuoto prima della sostituzione. Dall'acciaio alla vetroresina, le bombole GPL di agnenergia.com, player di riferimento nel settore, sono tra le più ricercate proprio per la sicurezza e l’affidabilità che garantiscono.

Quale che sia la tipologia di bombola a GPL utilizzata, va prestata grande attenzione alle valvole di chiusura e apertura, che devono essere correttamente serrate quando inutilizzata e anche alle condizioni del tubo di raccordo, che periodicamente deve essere sostituito per impedire pericolose fuoriuscite.

La normativa UNI 7131 del 1999 stabilisce che le bombole devono essere piene per l'80% della loro capacità totale e vanno installate dal personale che le fornisce, provvedendo a una prova con l'utilizzo di acqua saponata e mai fiamme libere. A seconda del tipo di utilizzo e di luogo in cui vengono posizionate, le bombole a GPL in un ambiente chiuso non dovrebbero mai superare i 40 chili totali di capacità e si devono sempre posizionare in verticale con spazio sufficiente per il passaggio d'aria. Di norma, le guarnizioni vengono sostituite a ogni cambio.

Utilizzo delle bombole a GPL nei vari ambiti

Per la loro versatilità e facilità d'installazione, le bombole a GPL si impiegano sia in ambiti privati che pubblici ove non vi siano altre alternative. Vi sono zone rurali o lontane dalla rete del metano che devono ovviare alle esigenze domestiche quotidiane e che trovano in tali dispositivi la valida alternativa.

Allo stesso modo, in contesti quali fiere temporanee, capannoni industriali e altri luoghi all'aperto, una bombola a GPL può rivelarsi utile per fornire riscaldamento e supporto per la cottura di vivande. Non solo, fornisce spesso l'energia necessaria all'illuminazione nelle ore serali.

Molte strutture ricettive o servizi di ristoro utilizzano le bombole a GPL se non hanno a disposizione l'allaccio al metano e lo stesso vale in campo agricolo. Si può sopperire alle esigenze di macchinari per la cura del verde e dei terreni, avendo la certezza di una miscela green di petrolio liquefatto che non inquinerà né le falde acquifere, né l'aria. Persino un'idropulitrice utilizzata nei servizi di pulizia può avvalersi di una bombola a GPL per funzionare.

Sarà fondamentale non installare mai bombole a GPL in locali seminterrati, in quanto questo tipo di gas tende ad essere più pesante dell'aria e quindi a scendere e accumularsi a livello del terreno. Per esigenze nelle quali la bombola si trovi nella medesima posizione e quindi risulti un'installazione fissa o persino incassata, il flessibile sarà rigorosamente in acciaio per garantire una maggiore sicurezza: in linea generale, sarà prioritario non esporlo mai direttamente a una fonte di calore, fissarlo con fascette idonee e presentare una lunghezza massima di un metro e mezzo.

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati
  • Consumo di gas e come si misura: le cose da sapere
    Leggi
    07/12/2020 - 16:40
    Efficienza
    Consumo di gas e come si misura: le cose da sapere

    Quando periodicamente arriva a casa la bolletta del gas è molto importante sapersi orientare tra numeri e terminologie, così da mettere correttamente a fuoco la situazione in merito a consumi e pagamenti

  • Bollette luce e gas i consigli per ridurre i consumi
    Leggi
    12/12/2021 - 21:01
    Efficienza
    Bollette luce e gas: i consigli per ridurre i consumi

    In certi periodi dell’anno i consumi aumentano e la conseguenza diretta è che salgono le spese da sostenere, in particolar modo per quanto riguarda luce e gas. Siamo sempre in cerca di nuove soluzioni per ridurre i costi e far quadrare il bilancio familiare.

  • Energia. Come scegliere la fornitura gas
    Leggi
    13/11/2018 - 11:33
    Efficienza
    Energia. Come scegliere la fornitura gas

    La completa liberalizzazione del mercato dell'energia è vicina e per scegliere la tariffa migliore è importante imparare a leggere bene sia le voci della bolletta sia a confrontare le diverse offerte disponibili. Di seguito forniremo le indicazioni per capire quali sono i principali criteri per...

  • efficienza energetica - gas e luce [designed by Freepik.com]
    Leggi
    28/05/2020 - 00:01
    Efficienza
    Luce e gas: ridurre i consumi fa bene a noi e al pianeta

    Lo stato di emergenza scatenato dal diffondersi del Covid-19 ha mostrato un modello di città diverso da quello a cui siamo abituati. Niente traffico, inquinamento atmosferico e acustico drasticamente ridotto, solidarietà tra le persone, misure straordinarie di welfare, soprattutto a favore delle...