07/11/2015 - 11:30

Le ferrovie diventano green con la gomma riciclata da pneumatici fuori uso

Traversine ecosostenibili realizzate in gomma riciclata da pneumatici fuori uso. Un significativo output per l’intera filiera industriale del recupero dei PFU, nonché esempio significativo di circular economy. Così Ecopneus nel corso della Fiera Ecomondo di Rimini ha presentato l’innovazione firmata dalla startup siciliana Greenrail che sta riscuotendo successo in tutto il mondo.

Il nuovo concept di traversina ferroviaria innovativa e sostenibile rappresenta una vera e propria rivoluzione nel settore, poiché rappresenta l’unica sostituta ecosostenibile delle traverse in calcestruzzo, standard attuale del mercato mondiale. La sua innovazione si concretizza sia nell’utilizzo di plastica riciclata e polverino di gomma ottenuto dal riciclo di pneumatici fuori uso, che nell’integrazione di sistemi per la produzione di energia e la trasmissione di dati. “I vantaggi di questa tipologia di traversa sono duplici: a livello economico si riducono del 50% i costi di manutenzione delle linee ferroviarie e si aumenta la durata del prodotto (50 anni contro i 30/40 del calcestruzzo) - ha dichiarato Giovanni Maria De Lisi, amministratore e fondatore di Greenrail. Ma non sono da meno i guadagni ambientali: per ogni km di linea armata con traverse Greenrail™ si contribuisce a recuperare 35 ton di pneumatici fuori uso e 35 ton di plastica. Le traversine, inoltre, abbattono anche le vibrazioni e diminuiscono la rumorosità, problematiche che fino ad oggi costituiscono le principali fonti di inquinamento ambientale derivante dal traffico ferroviario. Non ultimo, l’aspetto energetico, poiché queste sono le uniche traverse ferroviarie al mondo progettate per produrre energia elettrica mediante sistemi piezoelettrici o moduli fotovoltaici polimerici”.

Greenrail è un esempio di come il futuro della gomma riciclata si costruisca anche con l’innovazione tecnologica –commenta Giovanni Corbetta, Direttore Generale Ecopneus. E’ su questo che Ecopneus sta puntando, mettendo in cam­po uno sforzo enorme per sostenere lo sviluppo di una cultura dell’economia circolare, per aprire nuovi mercati e nuove soluzioni applicative per i prodotti – granuli e polverini – derivanti dal riciclo dei Pneumatici Fuori Uso. Il recupero dei materiali è, infatti, un settore su cui siamo fortemente direzionati con un investimento in ricerca e sviluppo che, dal 2011 ad oggi, ha raggiunto i 14 milioni di euro. Dal 2011 ad oggi, il 37,5% dei PFU è stato trasformato in nuovi materiali come granuli, polverini di gomma e acciaio, ma l’obiettivo è trasformare questo ambito in un’industria che crea lavoro, sapere e prodotti sostenibili che concorrono alla sosteni­bilità del Sistema Paese”.

Per il Presidente della Commissione Ambiente del Senato Giuseppe Marinello “I ragazzi hanno una mentalità molto più green delle vecchie generazioni, occorre dare loro fiducia e non solo: bisogna che le aziende investano sulle loro idee utili a migliorare la produzione, salvaguardare l’eco sistema e realizzare quello sviluppo sostenibile al quale abbiamo lavorato in Parlamento e un esempio è stata l’approvazione poche ore fa, del ddl Ambiente. Sono disponibile a discutere con i rappresentanti dell’imprenditoria indicando quali agevolazioni sono disponibili per il innovare il ciclo produttivo tutelando l’ambiente. Diamo fiducia ai ragazzi e premiamo le buone idee, anche quelle che provengono dal territorio e non solo dai centri di ricerca universitari". Oltre a Greenrail basic, la società è impegnata nello sviluppo di “Greenrail Piezo” - traversa che produce energia elettrica al passaggio del treno, tramite compressione e vibrazioni - e “Greenrail Solar”  in grado di generare per ogni km di linea circa 150kwh di energia solare, mediante l’integrazione di moduli fotovoltaici. Il nuovo concept di Greenrail, ideato dal giovane imprenditore Giovanni Maria De Lisi, ha già vinto numerosi premi dedicati all’imprenditoria, tra cui Edison Start 2015. Sbarcherà sul mercato nel 2016, ma le richieste di realizzazione sono già numerosissime, al punto che Greenrail ha depositato il brevetto in più 120 Paesi.

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati
  • FS Italiane -  treni regionali Pop e Rock
    Leggi
    16/01/2020 - 17:42
    Mobilità
    Mobilità sostenibile: FS Italiane aderisce al Manifesto di Assisi

    Il Gruppo FS Italiane aderisce al Manifesto di Assisi per promuovere l’agire sostenibile quale vero e proprio volano dello sviluppo e della creazione di valore per il sistema Paese.

  • Leggi
    13/07/2015 - 16:00
    Ambiente
    EcoTyre: grazie a PFU Zero raccolti oltre 1 mln di pneumatici abbandonati

    Fondali marini, rive dei fiumi, campi agricoli e capannoni industriali sono solo alcuni dei luoghi in cui il Consorzio EcoTyre è intervenuto con il progetto PFU Zero per raccogliere gli Pneumatici Fuori Uso (PFU) abbandonati e avviarli al corretto recupero. In circa di due anni quasi 60 interventi...

  • pneumatici verdi realizzati con granulo di PFU
    Leggi
    06/11/2019 - 09:21
    Ambiente
    Da Gomma a Gomma, gli pneumatici verdi realizzati con granulo di PFU

    EcoTyre ha messo a punto un processo particolarmente innovativo, iniziato tre anni fa con il coinvolgimento di importanti partner tecnici, che consente di utilizzare la gomma triturata derivante direttamente dalle gomme giunte a fine vita, per generare una mescola utilizzabile per la produzione di...

  • Raccolta e riciclo pneumatici fuori uso, EcoTyre: online nuovo sito web
    Leggi
    12/11/2019 - 19:40
    Ambiente
    Raccolta e riciclo pneumatici fuori uso, EcoTyre: online nuovo sito web

    Online il nuovo sito Internet di EcoTyre, il Consorzio che dal 2011 rappresenta un’eccellenza nella gestione degli Pneumatici Fuori Uso. E’ la prima realtà del settore per numero di soci, che sono produttori e importatori di pneumatici e che hanno deciso di occuparsi del fine vita dei prodotti che...