21/09/2021 - 12:29

La Formula E diventa il primo sport ad aderire all'iniziativa Science Based Targets per contrastare il riscaldamento globale

La serie di corse 100% elettriche più seguita al mondo diventa il primo sport ad aderire all'SBTi e al Business Ambition Pledge for 1.5°C per contrastare il cambiamento climatico. Formula E si impegna a sostenere gli obiettivi sottoscritti dall'Accordo di Parigi per mantenere il livello di riscaldamento globale sotto a 1.5°C e conferma l'impegno per ridurre l'inquinamento da gas serra annunciando un taglio delle emissioni del campionato del 45% entro il 2030.

Formula E

Il Campionato del Mondo ABB FIA Formula E diventa il primo sport al mondo ad aderire all'iniziativa Science Based Targets (SBTi) e al Business Ambition Pledge for 1.5°C. L'SBTi è una partnership tra il Global Compact delle Nazioni Unite, il World Resources Institute (WRI), il Carbon Disclosure Project (CDP) e il World Wide Fund for Nature (WWF) ed rappresenta la principale supporter della campagna Business Ambition for 1.5°C - formata da una coalizione globale di agenzie delle Nazioni Unite, imprese e leader industriali, che lavora per mobilitare le aziende a fissare obiettivi di riduzione delle emissioni in linea con i target climatici per un aumento delle temperature inferiore a 1.5°C.

Annunciato durante la Climate Week NYC in occasione del primo anniversario della certificazione del Campionato del Mondo ABB FIA Formula E come primo e unico sport a emissioni zero fin dalla nascita, il nuovo impegno di Formula E porterà a un taglio delle emissioni del 45% entro il 2030. Il campionato 100% elettrico rimane dunque fermamente allineato alla mission di ridurre l'inquinamento atmosferico e combattere il cambiamento climatico, sottoscrivendo l'iniziativa FIA #PurposeDriven per un maggiore impegno socale degli sport a motore.

La Formula E continua ad adottare nuove misure per raggiungere i suoi obiettivi di sostenibilità, tra cui la riduzione delle emissioni assolute di gas a effetto serra Scope 1&2 - quelle generate da uffici ed eventi - del 60% entro il 2030 e le emissioni di Scope 3 - legate ai trasporti viaggi d'affari, cibo e - del 27,5% entro il 2030 sottoscritti a partire dalla Stagione 5 (2019). Con l'adesione alla SBTi, la Formula E diventa inoltre membro della campagna globale "Race To Zero", che mobilita aziende, città, regioni e investitori per una ripresa sana, resiliente e a emissioni zero che prevenga crisi future, crei posti di lavoro e sblocchi una crescita inclusiva e sostenibile.

"Il Campionato del Mondo ABB FIA Formula E ha l'obiettivo di accelerare il progresso sostenibile attraverso l'impatto delle corse elettriche" dichiara Jamie Reigle, Ceo della Formula E. "Un anno fa, la Formula E è diventata il primo sport ad essere certificato a emissioni zero fin dalla sua nascita. Oggi, otteniamo un altro primato grazie all'adesione all'iniziativa Science Based Targets, rafforzando la nostra posizione di leader nel mondo dello sport a livello globale. Siamo entusiasti di vedere una serie di altri eventi sportivi accelerare i loro programmi di sostenibilità per raggiungere più velocemente l'obiettivo di azzerare le emissioni. La Formula E continuerà ad avere un ruolo di punta per lo sport come acceleratore di cambiamento e a mostrare come tutti noi possiamo compiere azioni concrete per ridurre i nostri consumi".

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati