09/12/2016 - 13:44

Impianti di Compostaggio, avviso di Localizzazione e Cofinanziamento Regione Puglia

Al via la localizzazione per il successivo cofinanziamento di impianti di compostaggio anaerobici/aerobici di circa 50.000 tonnellate/anno

La Regione Puglia ha pubblicato un Avviso, indirizzato ai Sindaci pugliesi, finalizzato alla ricerca di siti potenzialmente eleggibili per la localizzazione di impianti di trattamento della frazione organica con processo di digestione anaerobico integrato dal compostaggio aerobico.
Compost, compostaggio, impianto di compostaggio, compost maturo, compost per uso agricolo
La Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifica della Regione Puglia, nell'ambito del Programma Operativo Puglia FESR 2014 - 2020, in data 6 dicembre 2016 ha pubblicato un Avviso, indirizzato ai Sindaci pugliesi, per la manifestazione d’interesse alla localizzazione sul proprio territorio di strutture impiantistiche finalizzate alla valorizzazione della frazione organica dei rifiuti.

Tale intervento si inserisce nell'Azione 6.1 "Interventi per l'ottimizzazione della gestione dei rifiuti urbani", ed è volto a favorire la realizzazione di impianti di trattamento della frazione organica con processo di digestione anaerobico integrato dal compostaggio aerobico. In particolare, la Regione Puglia intende avviare le attività propedeutiche l'individuazione dei siti utili alla localizzazione di tali impianti, di cui intende cofinanziare la realizzazione nei termini previsti dall'art. 61 del Regolamento (UE) N. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15/12/2013.

La quantità di substrati potenzialmente destinabili al trattamento biologico è molto ampia. Anche la qualità di questi materiali presenta un'articolata diversificazione. Si tratta comunque di rifiuti organici biodegradabili di origine sia agricola che urbana. La componente organica dei rifiuti urbani rappresenta la frazione omogenea prevalente in peso, nonché la più problematica da gestire per gli impatti ambientali che genera. Gli  impianti di trattamento integrato anaerobico/aerobico consentono di trattare la componente organica dei rifiuti al fine di recuperarla sotto forma di ammendanti organici destinati all'uso agricolo conformi alle disposizioni dell'allegato 2 al D.Lgs. n. 5 del 2010 e ss.mm.ii., nonché di produrre una fonte rinnovabile di energia sotto forma di un gas ad elevato potere calorifico.

Va detto, però, che l'efficacia del compostaggio passa attraverso una generale riorganizzazione dei sistemi di raccolta dei rifiuti, così come previsti dalla Carta dei Servizi di cui al Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani (PRGRU)

La capacità di trattamento della frazione organica biodegradabile prevista per gli impianti di cui all'Avviso della Regione Puglia è di circa 50.000 tonnellate/anno.

Le aree individuate per la localizzazione degli impianti dovranno avere le caratteristiche che rispettino i criteri di tutela dell'ambiente e del territorio indicati nel quadro normativo nazionale del vigente Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani (PRGRU) approvato con Deliberazione del Consglio Regionale 8 ottobre 2013, n. 204 e del PPTR (Piano Paesaggistico Tematico Regionale) Regione Puglia. In particolare dovranno, altresì, essere considerati eventuali vincoli ulteriori, incluse le fasce di rispetto, posti dalla normativa di settore e/o da strumenti di pianificazione vigenti, le condizioni geomorfologiche ed idrogeologiche specificatamente riferite al sito, la distanza dai centri abitati, la presenza di case sparse, l'uso e la vocazione del territorio. Si terrà prioritariamente conto della distribuzione sul territorio regionale anche in riferimento all'impiantistica esistente ed ai flussi attualmente gestiti. Saranno, inoltre, privilegiate le aree di almeno 20.000 mq secondo l'ordine gerarchico prescritto dal vigente PRGRU.

I Comuni interessati dovranno inviare una manifestazione di interesse  a cui va allegata documentazione attestante la localizzazione del sito individuato per la realizzazione dell'impianto di trattamento della frazione organica (scala 1:5000), breve descrizione delle caratteristiche principali del sito proposto per la localizzazione e dettagliato crono programma delle attività che dovranno essere svolte dall'Ufficio Tecnico Comunale fino alla realizzazione dell'impianto.

La manifestazione di interesse dovrà pervenire alla Sezione Ciclo Rifiuti Urbani e Bonifiche della Regione Puglia, sita in via delle Magnolie 6/8, 70026 Zona Industriale Modugno (BA), entro e non oltre 30 (trenta) giorni dalla pubblicazione dell'Avviso, e quindi entro il 5 gennaio 2017.

Smart Engineering Srl, società specializzata nella consulenza e progettazione di servizi ed impianti per la gestione dei rifiuti, offre la propria disponibilità ad accompagnare gli enti interessati nel percorso di redazione della manifestazione di interesse, di progettazione ed autorizzazione degli impianti di Compostaggio anaerobici/aerobici oggetto dell'Avviso della Regione Puglia.
Per info scrivi a smart.engineering.bb@gmail.com o contattaci:
- Ing. Riccardo BANDELLO: 3288776896
- Ing. Emanuele BORGIA: 3383284612   
Riccardo Bandello
Editore

condividi su

Articoli correlati