01/01/2013 - 01:00

Key Energy 2011: passare dall'eternit al fotovoltaico

Eternit Free, campagna di AzzeroCO2 e Legambiente, è alla quinta edizione della Fiera internazionale dedicata alle fonti rinnovabili e all'efficienza energetica che si tiene a Rimini Fiera dal 9 al 12 novembre 2011.
Nonostante l'eternit sia stato messo al bando nel 1992, in Italia ne restano da smaltire 100 milioni di metri quadrati: una superficie grande come la città di Firenze, per capirci. Oltre a questi, ci sono anche più di 600mila metri cubi di amianto friabile, assai temibile per la salute perché vista l'età - le installazioni risalgono in gran parte agli anni Settanta - è ormai "volatile". Un "veleno" distribuito prevalentemente su capannoni industriali ma anche in strutture agricole, soprattutto nelle regioni del nord come Piemonte (1.200.000 metri quadrati nella sola provincia di Alessandria), Lombardia ed Emilia Romagna: per oltre quarant'anni l'amianto è stato infatti utilizzato per coibentare edifici, tetti, navi e treni.
Bonificare l'eternit dei tetti e sostituirlo con pannelli fotovoltaici è la missione tutta green di Eternit Free, la campagna di AzzeroCO2 e Legambiente nata nel 2010 con l'obiettivo di sfruttare al meglio gli incentivi speciali introdotti in materia dallo Stato (http://www.azzeroco2.com/eternitfree).

Quest'anno Eternit Free entra in KEY ENERGY, la quinta edizione della Fiera internazionale dedicata alle fonti rinnovabili e all'efficienza energetica che si tiene a Rimini Fiera dal 9 al 12 novembre 2011 in concomitanza con ECOMODO e COOPERAMBIENTE. E qui trova una "casa" espositiva: il padiglione D3 della fiera, che accoglierà le aziende specializzate nella sostituzione dell'amianto con l'installazione di pannelli solari. Un'area costruita per portare al pubblico e agli addetti ai lavori tutta la filiera verde e che s'integrerà con i padiglioni di ECOMONDO, dove tradizionalmente espongono le aziende specializzate nello smaltimento della "fibra killer". Non solo. Eternit Free sarà anche oggetto di un convegno dedicato all'interno di KEY ENERGY e promosso da AzzeroCO2.
Eternit Free sfrutta l'extra incentivo che è stato mantenuto nel quarto Conto energia, entrato in vigore il primo giugno 2011. Un eco-bonus fisso, pari a 5 centesimi di euro per ogni chilowatt di energia green prodotto, per impianti realizzati su edifici in sostituzione di coperture in eternit, o comunque contenenti amianto. Secondo Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Key Energy, "il nuovo Conto energia privilegia decisamente gli impianti sugli edifici e la sostituzione dell'amianto. Il fatto che alla Fiera di Rimini si ritrovino rappresentanti di enti locali, imprenditori, smaltitori di eternit e ditte del fotovoltaico rappresenta una buona occasione per dare slancio alla campagna di rimozione dell'eternit a favore del solare".

"Con Eternit Free portiamo benefici per il territorio, per i cittadini e per le aziende, eliminiamo sostanze pericolose, diffondiamo energia rinnovabile avvicinando gli obiettivi del Protocollo di Kyoto - spiega Mario Gamberale, amministratore delegato di AzzeroCO2 - In più, per chi non vuole investire, c'è la possibilità di far effettuare lo smaltimento gratis in cambio dei diritti di superficie".
In poco più di un anno hanno aderito al progetto già ventisei tra province e istituzioni. Tra queste, tre regioni (Abruzzo, Liguria e Marche), mentre sono in fase di adesione le province di Treviso, Venezia, Potenza, Catania, Cagliari e Milano e una regione, l'Umbria. Particolarmente interessante è l'alto numero di domande presentate (382) che portano all'organizzazione di gruppi d'acquisto. Con i relativi risparmi.
A oggi l'ipotesi di potenza fotovoltaica installabile con Eternit Free in Italia sfiora gli 80 MWp.
Marilisa Romagno
autore

condividi su