01/01/2013 - 01:00

I progetti e le nuove politiche Nostromo: Una scelta ecosostenibile!

Nostromo, azienda storica del panorama alimentare italiano e nel settore conserviero ittico, sta dedicando particolare attenzione e cura a un processo di sostenibilità che investe gli aspetti ambientali, sociali ed economici del marchio.
Entro il 2012, Nostromo si impegnerà sulla tracciabilità dei prodotti, attraverso l'indicazione in etichetta di tutte le informazioni inerenti la materia prima, la sua provenienza, la specie e il luogo di pesca. Per garantire chiarezza al consumatore, Nostromo ha stilato e reso pubblico un decalogo di pratica della pesca sostenibile, consultabile nella sezione "azienda" del sito web e in quelli del gruppo Calvo. Il portale, ora in costruzione, avrà a breve una veste completamente rinnovata in cui le tematiche della eco sostenibilità saranno strettamente collegate a quelle della qualità e della grande varietà produttiva.

Nostromo sta inoltre lavorando sull'ottenimento di una certificazione da parte di un'importante organizzazione che ha come obiettivo la conservazione e la tutela dell'habitat marino. Questa operazione, che verrà conclusa nel corso del 2012, mira a dare una veste tangibile all'impegno profuso nei confronti di una pesca ecologicamente e socialmente sostenibile e sfocerà poi in un documento organico sulla sostenibilità. In tale ambito, l’azienda ha al momento allo studio anche una campagna informativa sui tema della eco sostenibilità della marca, che evidenzi i progetti in essere e sottolinei l'importanza di possedere una flotta di proprietà, garanzia di un controllo rigoroso dell'intero processo produttivo fin dal momento della pesca.

La scelta di Nostromo di impegnarsi nei confronti di una pesca sostenibile sta seguendo passaggi mirati, che puntano a sedimentarsi nel tempo e a essere compresi con chiarezza dai consumatori. Un approccio alla sostenibilità frutto di un'attività costante, che impegna tutte le componenti aziendali nel rispetto di norme e prassi utili ad assicurare la migliore conservazione della fauna marina. Sarebbe infatti miope un'azienda che non considerasse il mare e gli stock di tonni disponibili come un patrimonio da tutelare con la massima attenzione e la più grande responsabilità.
Vesna Tomasevic
autore

condividi su