26/10/2015 - 17:40

Ford e sostenibilità: conquistato il rating "A" per la gestione delle risorse idriche

Ford Motor Company ha ricevuto il rating più elevato possibile, "A", per la gestione delle risorse idriche in tutto il mondo. Le politiche di management dell'Ovale Blu nel campo della sostenibilità ambientale rispetto all'utilizzo di acqua sono state analizzate e valutate dall'agenzia indipendente CDP, che ha inserito Ford nell'elenco delle aziende globali virtuose, solo 8 sulle oltre 400 prese in considerazione, che hanno ottenuto il rating più elevato.
"La necessità che le aziende implementino misure di controllo e gestione delle risorse idriche è oggi più urgente che mai", ha dichiarato Cate Lamb, Head of Water, di CDP. "Ci congratuliamo con Ford Motor Company per aver ottenuto il rating 'A', che testimonia quanto l'azienda abbia risposto alla necessità globale, da parte dei mercati, di una maggiore consapevolezza ambientale, compiendo passi importanti verso la realizzazione di economie più sostenibili". L'acqua, storicamente considerata relativamente accessibile, è invece oggi una risorsa da considerare limitata e i cui costi continuano a crescere. Dal 2000 al 2014, Ford ha tagliato del 62% l'utilizzo di acqua negli impianti in tutto il mondo, per un risparmio di oltre 35 miliardi di litri, raggiungendo gli obiettivi di sostenibilità idrica con 2 anni di anticipo.

"L'acqua rappresenta non solo un elemento da tenere in considerazione dal punto di vista ambientale, ma anche da quello sociale", ha spiegato Andy Hobbs, responsabile dell'Environmental Quality Office di Ford. "L'accesso ad acqua pulita e potabile è un diritto umano basilare. Abbiamo lavorato con continuità per stabilire degli obiettivi annuali di riduzione del consumo globale delle risorse idriche, implementando pratiche industriali innovative e in grado di accelerare questo processo. Siamo soddisfatti del rating attribuito a Ford da CDP, che ha riconosciuto l'impegno che continuiamo a portare avanti in questa direzione e che ci rende leader nella gestione delle risorse idriche".

"Le tecnologie evolvono negli anni, e se alcuni anni fa potevamo solo intervenire genericamente per ridurre la nostra impronta idrica, oggi abbiamo a disposizione soluzioni industriali mirate che consentono di rendere ancora più efficace e preciso il processo", ha aggiunto Hobbs. "Siamo un'azienda globale, e ogni azione virtuosa che implementiamo può avere effetti positivi su larga scala, e siamo soddisfatti nel vedere che ci stiamo muovendo nella giusta direzione".
Tommaso Tautonico
autore

condividi su