02/03/2016 - 16:00

Decoro urbano: a Bari firmata l'ordinanza anti cicche

Nell'ambito delle attività che l'amministrazione comunale di Bari sta portando avanti per salvaguardare la pulizia e il decoro urbano negli spazi pubblici e assicurare, altresì, la tutela igienico sanitaria, ieri pomeriggio è stata firmata un 'ordinanza con cui si richiamano tutti i titolari di pubblici esercizi a provvedere alla collocazione, nei gli spazi esterni adiacenti, di appositi contenitori-portacenere per il deposito dei rifiuti di prodotto da fumo.
I contenitori, che rispetteranno le misure indicate dalla stessa ordinanza, non comporteranno nessun pagamento di occupazione di suolo pubblico per i pubblici esercizi. Con la stessa ordinanza si ribadisce il divieto di abbandonare mozziconi dei prodotti da fumo e rifiuti di piccole dimensioni quali anche scontrini, gratta e vinci, fazzoletti di carta e gomme da masticare sul suolo cittadino, nelle acque e negli scarichi, così come previsto dagli articoli 232 bis e 232 ter del D. Lgs. 152/2006 e s.m.i. Ai trasgressori del divieto sarà elevata una sanzione amministrativa che può oscillare da trenta a centocinquanta euro. Se l'abbandono riguarda i rifiuti di prodotti da fumo, la sanzione può essere raddoppiata. Per gli esercizi commerciali inadempienti all'ordinanza, invece, la sanzione sarà di cinquanta euro.

Del controllo e dell'eventuale sanzione amministrativa saranno incaricati gli agenti di Polizia municipale e gli ispettori ambientali dell'AMIU. "Stiamo chiedendo ad alcune attività commerciali che diventano luoghi di aggregazione per svariati motivi - spiega l'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli - di aiutarci a tenere pulita la nostra città. Nel redigere questa ordinanza abbiamo preso spunto proprio da tanti gestori di attività che spontaneamente hanno già adottato questo comportamento virtuoso che può e deve essere un esempio per tutti gli altri. Noi dal canto nostro siamo impegnati sullo stesso fronte con un investimento importante: in questi giorni stiamo posizionando per strada i primi 50 portacenere da terra e da palo del 2016 e circa 150 cestini portarifiuti. Questa settimana, insieme all'Amiu, decideremo le modalità di distribuzione di circa 2000 portacenere portatili.

Vogliamo che tutti i fumatori si abituino ad avere con sé mentre passeggiano per strada o si intrattengono all'esterno di un locale un contenitore portatile per i mozziconi di sigarette o a cercare il portacenere o cestino più vicino per disfarsi dei mozziconi. La stessa cosa vale per tutti quei cittadini che gettano distrattamente le carte che hanno in mano, senza pensare che se tutti compissero lo stesso gesto con la stessa noncuranza le strade sarebbero una discarica a cielo aperto. Questa ordinanza, come tutti gli strumenti straordinari, ci permette di coinvolgere tutti i gestori commerciali e gli esercizi pubblici a stimolare comportamenti virtuosi per rendere più pulita e bella la nostra città".
Marilisa Romagno
autore

condividi su