01/01/2013 - 01:00

Ambiente: una sigaretta inquina più di un'automobile!

Clamoroso esperimento del Codacons il 31 maggio in occasione della giornata mondiale contro il tabacco dimostrerà come il fumo danneggi l'ambiente più del traffico. L'associazione diffida 40 comuni italiani a vietare il fumo sul proprio territorio.
In pochi sanno che il fumo di una sigaretta inquina più di un'automobile. Le sigarette consumate dai fumatori, infatti, immettono nell'ambiente delle micropolveri che penetrano in profondità nelle vie respiratorie andando a depositare nei polmoni sostanze irritanti e cancerogene più dello smog. La scoperta è stata fatta da uno studio americano nel 1997, ma adesso una nuova ricerca condotta dall'Enea e una relazione tecnica redatta dal Professor Giacomo Mangiaracina hanno dimostrato come un fumatore che consuma 15 sigarette al giorno arrivi ad inquinare addirittura più di una automobile! Il Codacons il prossimo 31 maggio, in occasione della Giornata mondiale contro il tabacco, a margine della relazione che terrà il Presidente Carlo Rienzi durante il consueto convegno organizzato dall'ISS, realizzerà alla presenza della stampa un esperimento per dimostrare proprio come il fumo di sigaretta danneggi l'aria più dello smog prodotto dal traffico automobilistico (l'appuntamento per i giornalisti è alle ore 14:30 in viale Giorgio Ribotta, 5 - Aula Biagio d'Alba).

Sulla scorta di tale scoperta, l'associazione illustrerà il 31 maggio una diffida diretta a 40 Comuni italiani nei quali l'inquinamento dell'aria supera le soglie previste dall'Unione Europea; Comuni che per far fronte all'emergenza smog hanno adottato provvedimenti che limitano la libera circolazione delle automobili. A tali amministrazioni il Codacons chiede di istituire, assieme ai provvedimenti sulla circolazione stradale, il divieto di fumo di sigaretta sul proprio territorio ogni qualvolta vengano superate le soglie limite giornaliere di PM10 nell'aria. E tutti i cittadini dei Comuni inquinati dallo smog (sia da circolazione stradale che da fumo) possono ora agire con la clamorosa azione collettiva del Codacons, richiedendo il risarcimento di 2000 euro per il danno "da smog", semplicemente iscrivendosi all'associazione al costo di 6 euro. Per ogni info www.codacons.it. L'esperimento del Codacons e l'illustrazione della diffida avverranno giovedì 31 maggio alle ore 14:30 presso il Ministero della salute in viale Giorgio Ribotta, 5 - Aula Biagio d'Alba
Tommaso Tautonico
autore

condividi su