Visualizzazioni: 3
07/11/2014 - 15:00

Ambiente: una bella storia di ordinaria "eco-innovazione"

Legambiente sceglie gli arredi della Ecodesign Collection "Giorgio Caporaso" di Lessmore per il suo stand alla 18ma edizione della "Fiera Internazionale del recupero di Materia ed Energia e dello sviluppo Sostenibile".
Da Ecomondo ecco una bella storia di 'ordinaria eco-innovazione'. Una sostenibilità innovativa, elegante, solida e dinamica che esalta le qualità dei materiali eco-friendly ed è in grado di durare nel tempo. Ecco che gli arredi firmati dal designer di Lessmore Giorgio Caporaso sono stati scelti da Legambiente per arredare il proprio spazio a Ecomondo. Quasi un biglietto da visita che esprime una filosofia. La fiera internazionale di Ecomondo si sta svolgendo a Rimini ed è dedicata alle principali strategie sull'ecoinnovazione e la trasformazione del rifiuto in risorsa. In questo contesto, l'incontro tra due mondi - il design e l'attenzione all'ambiente che si esprime in questa sinergia tra Caporaso e Legambiente - dà una fotografia di un nuovo approccio verso la sostenibilità, che può entrare silenziosamente nelle case e nella vita di tutti i giorni creando una vera e propria 'rivoluzione silenziosa'. Una rivoluzione che è nelle nostre mani, grazie a oggetti e accortezze che possono incidere sugli stili di vita. La sintonia tra Legambiente e Lessmore nasce dalla comune attenzione verso il mondo in cui viviamo, da rispettare e valorizzare, e dall'idea di fondo che la sostenibilità del presente e del futuro debba essere sempre più performante.

Gli arredi disegnati da Caporaso col brand Lessmore (impresa già segnalata tre le prime 10 del settore ecodesign al premio Sviluppo Sostenibile 2013 - oggi sono presenti tra i prodotti consigliati da Legambiente con la linea della Ecodesign Collection progettata dall'architetto e designer Giorgio Caporaso. Una linea di oggetti in cui la ricerca sui materiali e sulle funzionalità parte dall'idea di utilizzo di materiali riciclati e riciclabili, di rispetto ambientale, per apportare un nuovo concetto di bellezza e favorire un nuovo stile di vita più sensibile verso la natura e le esigenze contemporanee. Una collezione che esalta le qualità fisiche ed estetiche del cartone, materia principe dell'intera Ecodesign Collection di Lessmore. Anche quest'anno Legambiente partecipa alla Fiera Ecomondo di Rimini in programma dal 5 all'8 novembre, con convegni, presentazioni e relazioni, perché l'appuntamento nella città emiliana è ormai imprescindibile per tutti coloro che si occupano di ambiente in tutte le sue declinazioni: dai green jobs al trasporto sostenibile, dall'innovation tecnology all' eco design industriale. Ecomondo non è solo la migliore vetrina per tutte le realtà che operano nella green economy, ma è soprattutto un appuntamento annuale che nel tempo è diventato il luogo ideale per fare il punto, culturalmente e politicamente, sull'economia sostenibile e sull'impresa più moderna e innovativa. Un momento prezioso per discutere e riflettere insieme sulle tematiche ambientali, per raccontare quella parte d'Italia che ha deciso, attraverso pratiche sostenibili e scelte innovative, di percorre la strada della green economy e soprattutto per mostrare soluzioni ed esempi virtuosi che potrebbero diventare un modello da seguire per le tante amministrazioni del territorio.

Per Legambiente la fiera di Ecomondo è l'occasione per rilanciare alcuni temi che le stanno a cuore come ad esempio le città sostenibili e la rigenerazione urbana, una sfida da affrontare al più presto per uscire dai problemi legati allo smog, all'inquinamento e alla vivibilità urbana. Da Rimini Legambiente parlerà infatti di mobilità nuova e sostenibile, di ecoquartieri per rigenerare le periferie, di riqualificazione energetica e statica per rilanciare il patrimonio edilizio. Non mancheranno le storie delle buone pratiche messe in atto da diversi comuni e spiegate attraverso una mostra con pannelli infografici e schermi video per portare uno sguardo nuovo e innovativo nel dibattitto della sostenibilità all'interno della grande fiera di Rimini. Nello stand arredato da Lessmore, sarà possibile apprezzare questa visione osservando con attenzione le forme e i dettagli degli arredi e complementi di arredo che Giorgio Caporaso ha progettato. Arredi che, oltre ad essere realizzati in materiali riciclati o riciclabili, sono modulari e componibili, facili da trasportare, trasformabili, personalizzabili, riparabili e separabili in ogni componente. Facili anche da disassemblare per andare al riciclo o allo smaltimento differenziato. Gli arredi Lessmore cedono la parola alle sensazioni: quelle tattili oppure visive che si possono percepire dalle sedute, dai tavoli, dai sistemi modulari e dalle serie di vasi che si mostrano come un percorso creativo innovativo, in costante evoluzione con continue sperimentazioni. Ne sono un esempio i più recenti arredi contenenti licheni vivi e l'introduzione della tecnologia antibatterica. Da scoprire anche le nuovissime proprietà olfattive di alcuni arredi speciali dotati di diffusori di essenze profumate per ambienti.

Tra i prodotti esposti: i sistemi di arredo More e More Light, che possono dare vita a librerie e contenitori dalle forme più diverse, componibili e ricomponibili, ma all'occorrenza possono trasformarsi e rimodularsi con forme e finiture diverse. X2Chair, una sofisticata chaise longue che con un semplice gesto può essere capovolta e diventare un'elegante poltrona. Esempio di multifunzionalità in continua evoluzione è anche il tavolino Tappo che è lampada, contenitore porta oggetti, contenitore di cavi e batterie per l'utilizzo e la ricarica dei nostri mobile device, ma anche tavolino, filtro antibatterico per l'aria e diffusore di essenze. Le linee di tavoli e arredi contenenti licheni vivi al loro interno (tavolo Clessidra e Dejeuner), in grado di vivere della sola umidità dell'aria - senza interventi dell'uomo - dando un particolare fascino green ai nostri spazi portando indoor il verde e il contatto con la natura in una modalità nuova. E ancora le scrivanie More Desk e More Desk Plus, insieme alle raffinate e pratiche sedie Less accatastabili e impilabili. Presenti con carattere anche le ricercate Twist Chair, dal design particolarmente sofisticato e dotate di un vano portaoggetti.Le creazioni firmate Giorgio Caporaso, insignite di importanti riconoscimenti, oltre ad essere protagoniste di mostre d'arte e manifestazioni a livello internazionale, hanno già arredato importanti spazi di festAmbiente
2013 e 2014 e nel 2014 hanno arredato anche alcune zone dei Mondiali di Canottaggio under 23 di Varese: primo evento remiero al mondo certificato per la sostenibilità economica, sociale e ambientale.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su