30/11/2012 - 14:00

Accordo sull'impronta di carbonio nel settore moda

Il ministro dell'ambiente Corrado Clini e Brunello Cucinelli hanno firmato a Solomeo (Perugia) un accordo di collaborazione che prevede il calcolo dell'impronta ambientale dei prodotti dell'impresa umbra che sta ottenendo importanti successi nel mercato internazionale del fashion.
Brunello Cucinelli S.p.A. è una maison di moda italiana operante nel settore dei beni di lusso assoluto, specializzata nel cashmere e divenuta nel tempo uno dei brand più esclusivi nel settore del pret-à-porter "informal luxury" a livello mondiale. Opera in 50 paesi con oltre 70 negozi monomarca. La Brunello Cucinelli, è stata fondata nel 1978 dall'omonimo stilista e imprenditore, ha un fatturato in attivo (nel 2011 +19% rispetto all'anno precedente in gran parte sui mercati esteri) e occupa oltre 700 addetti.

Il ministro Clini ha sottolineato che l'impegno di Brunello Cucinelli nella produzione di qualità, nella valorizzazione delle risorse umane impegnate nelle linee di produzione di alto artigianato, nel recupero culturale del borgo umbro, nella gestione sociale della sua impresa e nella accurata protezione del paesaggio e dell'ambiente, rappresentano un caso di eccellenza. "Sono molto orgoglioso - ha dichiarato il ministro - di fare parte di questa collaborazione con Brunello Cucinelli che rappresenta un esempio di produzione di qualità italiana".
Marilisa Romagno
autore

condividi su