06/11/2013 - 13:30

A Ecomondo "Città Sostenibile": il futuro tra natura e innovazione

Città Sostenibile, la proposta ideata e realizzata dal green designer Angelo Grassi nei padiglioni B7 e D7 di Ecomondo (Rimini Fiera, 6-9 novembre 2013): 5.000 mq per rappresentare la città del futuro a portata di uomo e ambiente, all'insegna della bellezza, dell'innovazione, della sostenibilità a 360°.
Città Sostenibile rappresenta un'idea di vita urbana perfettamente attuabile in un futuro prossimo, una grande area di oltre 5.000 mq in cui imprese, pubbliche amministrazioni ed enti contribuiscono a comporre il mosaico della 'città che sarà all'insegna della sostenibilità, dell'innovazione, della bellezza, del diritto all'ambiente e dell'ambiente. All'interno del grande allestimento, trovano spazio numerosissime proposte eco-innovative di eccellenze italiane e internazionali ritmate da infrastrutture visive ed elementi naturali, mentre un lungo fiume di acqua corrente (200 mt) accompagna i visitatori da nord a sud, mostrando loro tutte le potenzialità e possibilità che il progresso, la natura e la ricerca possono offrire per vivere al meglio gli spazi e l'ambiente circostante.

Nel cuore della Città Sostenibile, costruita con materiali di riuso, all'interno di una cinta muraria che rimanda agli antichi insediamenti urbani, si sviluppa il laboratorio delle innovazioni, un incubatore pulsante di progetti, manufatti, biomateriali ed eccellenze tecnologiche che danno voce e sostanza alla direzione verso uno sviluppo sostenibile della città futura, sempre più a portata di uomo, ambiente e benessere. Seguendo il letto del fiume verso sud, l'ambientazione si apre ad altri quartieri della Città Sostenibile, fatti di strutture in costruzione e volumi evocativi, nei quali trovano spazio i portatori di innovazione, miglioramento ed efficientamento nei campi delle prestazioni energetiche, nella filiera dei rifiuti, in campo edile, della mobilità, delle infrastrutture, dell'istruzione, dei servizi "smart" e così via. A coronare questo percorso nel futuro urbano, il biolago (ca 70 mq) in cui sfocia il fiume, innestato direttamente dentro al parco dell'area agreste e di ristoro.

"Il progetto è un gesto fondamentale per il futuro - afferma Angelo Grassi. "Perché progettare vuol dire disegnare il domani di interi territori, persone e ambienti, significa incidere sul tessuto connettivo dei luoghi, creare simboli, impegnarsi in gesti fondamentali per l'avvenire. "Per questi motivi, la trasformazione dello spazio fisico deve essere anche occasione di confronto tra collettività ed eccellenze produttive, dev'essere opportunità preziosa per affrontare discorsi sull'uso migliore possibile delle risorse, della gestione spazi, del futuro del territorio. Della bellezza del vivere. "La convivenza tra la migliore vivibilità possibile e il miglior approccio sostenibile - conclude Angelo Grassi - rappresenta una delle più grandi sfide del futuro: questa è Città Sostenibile, questo è Ecomondo".
Tommaso Tautonico
autore

condividi su