Martedi, 21 ottobre 2014 - Ore 20:18
Alternativa Sostenibile: Turismo Sostenibile
             
Valle dei mocheni17 Giugno 2011 - 15:03
NOTIZIE - Letto: 928 volte

Vivere il territorio come un vero Parco Esperienziale


Vedere, ascoltare, toccare, gustare, respirare: per scoprire le bellezze della natura e della cultura... in tutti i sensi. L'acqua, fonte di vita e protagonista tanto della storia quanto della più recente attualità, definisce i percorsi esperienziali della Valle dei Mòcheni che, per l'estate 2011, propone un'offerta turistica assolutamente fuori dagli schemi e all'insegna della sostenibilità.

  • Condividi

Paesaggi che disegnano i profili dei canyon del Colorado, masi che ricordano le costruzioni del selvaggio West: così la matita del famoso disegnatore di Tex Willer, Aurelio Galleppini - detto "Galep" - vedeva la Valle dei Mòcheni, da cui si è ispirato per dare vita ad alcuni scenari del più amato e conosciuto fumetto italiano. È questo uno dei tanti volti con cui si presenta la suggestiva e incontaminata vallata del Trentino delimitata dalle cime occidentali della catena del Lagorai. Ma non solo: quest'anno la Valle dei Mòcheni viene infatti scoperta e riscoperta grazie al progetto di respiro europeo Listen to the Voice of the Villages - nato per valorizzare i territori rurali migliorandone le performance turistiche senza sacrificarne l'unicità culturale - che gli operatori locali hanno tradotto in una serie di iniziative riunite sotto il cappello di "Vision H2O". Si tratta di proporre il turismo in valle come un vero e proprio "Parco Esperienziale" attraverso un ricco calendario di attività polisensoriali unite tra loro dal tema trasversale dell'acqua. Tra gli appuntamenti in programma, laboratori dedicati alle famiglie per creare il pane a lievitazione naturale - partendo dalla realizzazione della pasta madre - o per imparare a preparare detersivi "eco" per le pulizie di casa, efficaci come quelli chimici ma con il grandissimo vantaggio di non inquinare.

Ma anche incontri dedicati esclusivamente ai bambini, per stimolare la fantasia con acqua e colori, attraverso la pittura con gli acquarelli, o scoprire i segreti per modellare l'argilla e dare vita a piccoli manufatti. E che dire dei giochi con acqua e sapone per lavorare la lana cardata e realizzare originali creazioni, delle visite in fattoria per scoprire come si produce il formaggio o delle lezioni per imparare a preparare dei gustosi sciroppi con i piccoli frutti e le erbe aromatiche? Inoltre, grazie al coinvolgimento attivo di APPA - rete trentina di educazione ambientale per lo sviluppo sostenibile del territorio - tantissimi incontri improntati a formare una cittadinanza attiva, basata sull'impegno verso un totale rispetto nei confronti della natura. Un esempio? I laboratori ludico-didattici per scoprire tutto sulla carta riciclata. Ma l'acqua è anche e soprattutto natura: di qui la volontà di coinvolgere i visitatori della Valle in escursioni spettacolari tra miti e leggende, splendidi boschi e panorami mozzafiato. Dalla Val del Laner al passo Redebus, dal lago di Erdemolo ai segreti di Valcava, "gambe in spalla" per scoprire, in compagnia di Paola Barducci, Accompagnatore di Territorio, un turismo di qualità fatto di natura e cultura, finalizzato ad avvicinare le persone all'ambiente in un modo diverso, lento, fatto di dialogo, scambio, comunicazione, gusto, colore e calore.

E ancora, le visite ai Musei del territorio - come il Bernstoler Kulturinstitute, il Museo di Pietra Viva, il Filzerhof, il Museo degli Attrezzi Agricoli e Artigianali, il Sito Archeologico Acqua Fredda, la miniera De Gruab va Hardimbl, la Segheria Veneziana De Sog Van Rindel - e le serate culturali del lunedì, tra cui l'avifauna e il mondo acquatico in valle, la serata con l'ittiologo e gli appuntamenti per scoprire come costruire un orto sinergico o per conoscere le proprietà benefiche dei Fiori di Bach e dei sali minerali. Queste e tante altre attività sono racchiuse in una pratica e interessante guida esperienziale dedicata proprio ai visitatori della valle. La presentazione ufficiale del programma estivo e della guida avrà luogo in occasione della Notte Bianca Mòchena, sabato 25 giugno: tutti invitati, quindi, per una serata diversa, all'insegna delle tipicità dove, oltre alle escursioni notturne e ai laboratori culturali, si potranno gustare i piatti tradizionali del territorio e apprezzare spettacoli teatrali e le esibizioni dei cori di montagna.

di Tommaso Tautonico

GLI EVENTI IN SCADENZA
Testata iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 - Direttore responsabile: Andrea Pietrarota
Copyright 2014 Alternativa Sostenibile. All Rights Reserved