20/11/2014 - 18:39

Sesta conferenza nazionale efficienza energetica: al via a Roma il 9 e il 10 dicembre 2014

L'Italia dovrà diventare promotrice di un programma europeo di riduzione dell'intensità energetica, ovvero di diminuzione della quantità di energia impiegata per unità di prodotto o di servizio.
Questo l'obiettivo a cui punta la Sesta conferenza nazionale dell'efficienza energetica, organizzata dall'associazione Amici della Terra, che si terrà a Roma il 9 e il 10 dicembre prossimi.
 
Per farlo sarà necessario mettere a punto un programma corredato da obiettivi per macrosettori, adattabile alle caratteristiche di ogni Paese membro, che tenga conto anche degli investimenti già fatti, spiegano gli organizzatori dell'evento. 
 
Ma a che punto sta il nostro Paese sul versante dell'efficienza energetica? L'Italia, nel corso di quest'anno, ha recepito la direttiva sull'efficienza energetica, approvato il nuovo Piano di Azione (PAEE 2014) e concordato i nuovi obiettivi europei al 2030, "accettando passivamente un indicatore fuorviante come il calo dei consumi" spiega Amici della Terra nella nota di presentazione dell'evento. In questo modo - continua l'associazione -  "ha perso l'occasione per valorizzare il patrimonio di esperienza delle proprie imprese e una delle poche posizioni di forza della propria economia, quella di una bassa intensità energetica" .
 
Secondo l'associazione, per uscire da questa situazione è indispensabile che, nel definire le nuove politiche energetico-ambientali dell'Unione europea per il 2030, venga adottato un nuovo indicatore per misurare l'efficienza energetica che sia coerente con obiettivi di crescita economica. In questa ottica spetterà proprio al nostro Paese mettere a punto un programma di implementazione dell'efficienza energetica che venga adottato da ogni Paese dell'Ue utile a ridurre i consumi e le emissioni di CO2 ma anche ad agganciare la ripresa. 
 
Di tutto questo si parlerà nel corso dell'evento romano a cui - ovviamente - parteciperà anche Alternativa Sostenibile. 
 
Clicca qui per scaricare il programma dettagliato della conferenza. 
Rosamaria Freda
Direttore Editoriale

condividi su