01/01/2013 - 01:00

Neo e Skin: le nuove collezioni di PLH!

La prima grande novità è PLH (placca®) NEO - NEO vuole essere esattamente ciò che è, un pulsante, l'essenziale. Un punto elegante, ma discreto sulla parete. Un neo, appunto, che rivoluziona il modo di concepire i sistemi di comando dell'illuminazione. Nasce dall'idea che non ci sia più bisogno di mascherare una scatola o nascondersi dietro a grandi tasti. NEO è semplicemente un punto sulla parete, di soli 29 mm. Il suo design essenziale ne suggerisce anche ed in modo naturale un posizionamento ad un'altezza diversa da quella tradizionale, ed è libero da ogni convenzione. Anche il sistema di montaggio e smontaggio è particolare: consiste in un accessorio trasparente di design, un particolare attrezzo che 'estrae' il neo dalla parete.
Il materiale utilizzato per i pulsanti è l'alluminio anodizzato, che ben si presta ad una vasta gamma di declinazioni, secondo il gusto del Cliente. La personalizzazione è estrema grazie anche alle laserizzazioni, opzionali e su disegno, sulla faccia frontale del tasto. NEO è proposto in colori 'classici' - in silver, midnight, inox, cromato mirror - nelle nuance 'colorate e brillantate' - blu, arancio, viola, rosso, giallo e verde - e nella versione High Tech trasparente. La collezione NEO, interamente Made in Italy, è caratterizzata dal pulsante da parete per impianti domotici e sistemi in bassa tensione, e dalla borchia passacavo, che rappresenta una piccola rivoluzione, perché permette di allontanare la connessione e spostare le prese dalla parete.

NEO offre anche la possibilità di inserire, come optional, un led circolare Osram di presenza rete nella sua base, che consente così di rendere visibile al buio il pulsante illuminandolo come in un'eclissi di sole. La fornitura include i riduttori per scatole standard, che ne permettono il montaggio in aderenza alle pareti o su altri materiali grazie a speciali 'bocchettoni' adatti per pareti leggere, pareti in muratura e tanti altri tipi di materiali.

Le nuove proposte PLH (placca®) Skin
Epic si avvale quest'anno di due nuove collaborazioni d'eccellenza per ampliare la collezione PLH (placca®) Skin selezionata nell'anno 2010 da ADI Design Index. PLH (placca®) Skin è interamente ricavata da una lastra di alluminio di spessore di 10 mm. e presenta una depressione nella parte frontale con una vaschetta che può ospitare 'pelli' diverse per tipologia e spessore. Oltre all'utilizzo di legni e pelli, e carte da parati in collaborazione di Jannelli&Volpi, la nuova sinergia coinvolge due marchi di caratura internazionale, ognuno leader nel suo settore: Kvadrat e De Castelli. Le collezioni saranno presenti all'evento fuori salone di PLH, in esposizione negli spazi espositivi di Kvadrat e De Castelli.

PLH (placca®) Skin | Kvadrat
Dal dialogo e dalla sperimentazione avviate con Kvadrat, nasce una collezione di design, dal tratto raffinato, che assegna alle placche il ruolo di accessorio protagonista dell'interior design, grazie al loro distintivo rivestimento sottile come una "pelle". Alcuni materiali Kvadrat sono stati selezionati da epic per far parte della collezione PLH (placca®) Skin. Nasce così la collezione PLH (placca®) Skin | Kvadrat. I materiali di Kvadrat, prima tagliati al laser, vengono poi applicati con uno speciale adesivo sulla superficie della placca. Questi i rivestimenti scelti: Alloy, Imprint, Scuba e Sudden - disegnati per Kvadrat da Maharam Design Studio, azienda newyorkese leader nel settore tessile - e Waterborn, ideato invece dallo studio danese di design Aggebo&Henriksen.

Alloy (Maharam Design Studio) si caratterizza per l'avvolgente tessuto non tessuto, realizzato interamente in poliuterano che, grazie alla sua finitura metallica lucida, produce un gioco di luce sorprendente. La gamma offerta al pubblico ricopre venti tonalità: il tessuto monocolore spazia dai colori metallici a quelli più caldi e intensi, come il turchese, il melanzana e il rosso. Anch'esso realizzato al 100% in poliuterano (sia all'esterno che sul retro), Imprint è uno dei modelli ideali per il settore contract, essendo altamente indicato per la sua eccezionale resistenza abrasiva.Questo tessuto è stato studiato per rispettare al massimo l'ambiente e il risultato è stato un successo. Il rinomato Greenguard Environmental institute ha infatti assegnato a Imprint due importanti certificazioni: la Greenguard e la Green Guard for Children & School indoor air quality che gli riconoscono il ridotto impatto ambientale.
 
Scuba è un rivestimento versatile per imbottiti, destinato sia al contesto di residenziale che al mercato contract. Realizzato in poliuretano in superficie e poliestere all'interno, presenta una tintura a fiocco, che rende la colorazione particolare e al di fuori dallo stardard, con piccole differenze in ogni esemplare. È un prodotto particolarmente resistente all'usura, alle abrasioni e allo sfregamento. Con Sudden, Maharam Design Studio ha voluto sperimentare la luce in tutte le sue forme, catturandone giochi ed effetti. Sorprende quando ricrea l'illusione delle forme di metallo fluido, effetto reso possibile dall'aspetto spazzolato del metallo, frutto di una tessitura in rilievo sulla sua superficie liscia. La palette di colori comprende 25 tonalità: colori brillanti, neutri, trendy e freschi per ogni esigenza e permettono al prodotto di sposarsi con qualsiasi ambiente.

L'ultimo della serie è Waterborn, disegnato da uno degli studi di design più all'avanguardia in Danimarca: Aggebo&Henriksen. Realizzato con fibre pure e sottilissime, è un tessuto non tessuto rivoluzionario, in microfibra, che mixa in un perfetto equilibrio poliestere e poliuterano e spicca per la sua straordinaria morbidezza. La rivoluzione di quest'ultima proposta è relativa ai processi di produzione. Per ridurre l'impatto ambientale, non vengono aggiunti tradizionali solventi, permettendo così un risparmio del 70% nel consumo di acqua e una riduzione del 35% di generazione di CO2. Ma Waterborn è davvero all'avanguardia: rispetta l'ambiente, è molto resistente, di facile adattabilità agli arredi, grazie alla sua goffratura, e si declina anche in una palette colori in 39 tonalità, tra classiche e contemporanee, ispirate al contesto urbano vivace delle città più famose. Proprio su questo materiale PLH (placca®) realizza incisioni superficiali per rendere ancora più personalizzato il prodotto.

PLH (placca®) Skin | De Castelli
L'incontro con De Castelli, azienda italiana rinomata per la lavorazione dei metalli, ha permesso di creare una linea raffinata di prodotti che entrano a far parte della collezione e danno vita a PLH (placca®) Skin | De Castelli. De Castelli coniuga sapientemente design, arte e artigianato, ponendo particolare attenzione alla scelta dei materiali e alla loro lavorazione. Il tratto distintivo del brand è l'altissima qualità e maestria realizzativa che traspare nella cura dei dettagli, delle rifiniture e delle decorazioni. La passione per i materiali rappresenta l'aspetto distintivo di De Castelli, laddove l'interesse dell'azienda si focalizza, non solo sulle sempre più raffinate lavorazioni, ma anche e soprattutto sull'instancabile ricerca rivolta all'essenza stessa del ferro e dei suoi derivati. I materiali svelano esiti inattesi, dando vita a una molteplicità di varianti, che costituiscono l'unicità di ogni prodotto. È questa la filosofia che funge da trait d'union con epic e le produzioni PLH (placca®) e che ha reso possibile questo sodalizio. Corten Cerato, Ottone Acidato e Rame Fiammato sono tre delle quindici declinazioni possibili, che si caratterizzano per le particolari finiture e sono realizzate con materiali De castelli.

La placca in Corten Cerato utilizza l'acciaio corten trattato a cera stabilizzante, che dona alla placca un'eleganza sorprendente, rendendola adatta a qualsiasi ambiente, purché indoor. La placca Ottone Acidato utilizza il materiale sottoposto in precedenza ad un procedimento galvanico in grado di conferire sofisticati effetti cromatici. Anche questa placca è solo per uso indoor. Infine, la placca in Rame Fiammato presenta una particolare lavorazione artigianale su rame che avviene tramite ossidazione diretta a fuoco.
Vesna Tomasevic
autore

condividi su