01/01/2013 - 01:00

Legambiente invita a "Spiagge e Fondali Puliti 2012"

Legambiente invita tutti anche quest'anno a partecipare il 25, 26 e 27 maggio all'iniziativa "Spiagge e Fondali Puliti 2012". L'obiettivo è ritrovarsi lungo le coste per liberare le spiagge e i fondali dai rifiuti abbandonati, per difendere il mare dall'inquinamento e dall'illegalità
 
L'Italia è ricca di località marine bellissime, con coste ambite da migliaia di turisti che decidono ogni anno di trascorrere nel nostro Paese le vacanze estive. Purtroppo però la costa è anche bersaglio di comportamenti incivili, amministrazioni poco efficienti e illegalità, come denunciato da Legambiente: alcuni tratti sono infatti colmi di rifiuti abbandonati, sfregiati dal cemento selvaggio o resi inancessibili dai privati. 
 
Si tratta di un problema da risolvere con urgenza per non deturpare ulteriormente il magnifico paesaggio costiero che la natura ci ha donato e che persone da tutto il mondo vengono per ammirare. Inoltre, gli abusi compromettono anche la salute del delicato ecosistema marino, oltre all'integrità e la bellezza di paesaggi che il resto del mondo ci invidia.
 
Per questo motivo Legambiente invita tutti ad agire concretamente il 25,26,27 maggio per l'edizione 2012 di "Spiagge e Fondali Puliti", scendendo lungo le coste per difendere il mare e liberare spiagge e fondali dai rifiuti abbandonati. Si tratta di un gesto concreto di volontariato ambientale che aiuterà ad accendere i riflettori sulla necessità di tutelare il mare e le coste, un patrimonio prezioso per la vita delle comunità locali e ricchezza per l'intero Paese. La valorizzazione del territorio, secondo Legambiente, è infatti la base sulla quale costruire un vero green new deal.
 
Tra gli argomenti trattati durante i tre giorni, in attesa di Rio+20: turismo sostenibile, comportamenti civili in spiaggia, raccolta differenziata, difesa della legalità, diritto per tutti i cittadini di accedere liberamente al mare.
 
Per info e appuntamenti visitate il sito www.legambiente.it, oppure scrivete a campagne@legambiente.it o chiamate il numero 0686268418-419.
 
In allegato il Rapporto annuale di Legambiente sulle storie e i numeri degli abusi perpetrati ai danni del mare, Mare Monstrum 2011.
Mara Giuditta Urriani
autore

condividi su