01/01/2013 - 01:00

EcCo! il primo corriere cittadino completamente ecologico

Una piccola grande rivoluzione che sta per rendere le città italiane meno inquinate sarà ospite alla fiera di Roma, dal 23 al 25 marzo in occasione di Ecopolis, il forum sulla mobilità sostenibile.
Il nome è già un programma: EcCo!, che significa, è vero, Ecological Courier ma che fa anche pensare subito, con quel suo punto esclamativo, a consegne rapide e puntuali. La promessa è di quelle che affascinano: "Ora sarà possibile spedire senza inquinare l'aria che respiriamo. Senza produrre gas serra, smog, inquinamento acustico. Con il massimo dell'efficienza e il minimo dei costi". Bello, ma anche vero? " Assolutamente sì - risponde Massimiliano Pontillo, presidente di EcCo! - perché sappiamo benissimo che offrire un servizio che rispetta l'ambiente ma non è competitivo in termini di costi ed efficienza non conquisterebbe il mercato. E in questo caso significa anche migliorare la vita di tutti." Roma la prima città che ha già a disposizione il "corriere ecologico" ospiterà per tutta la durata della fiera i mezzi elettrici utilizzati per le consegne, nell'area espositiva "mobilità sostenibile" promossa dal Comune di Roma e dall'Agenzia della Mobilità.

Energia e mobilità sostenibile saranno i temi al centro del dibattito nel secondo giorno di Fiera "la città che vive": un confronto sulla pianificazione urbana, sul rapporto tra passato e futuro, analizzando l'importanza di energia e mobilità come assi strategici della sostenibilità urbana.
Il workshop "trasformazioni urbane e mobilità sostenibile" sarà dedicato alle aziende che si sono distinte per attività sostenibili sia in termini ambientali che etici. Per l'occasione Massimiliano Pontillo, presidente di EcCO! Ecological Courier interverrà per illustrare i risultati già ottenuti e i progetti futuri del nuovo corriere ecologico. L'appuntamento per la stampa è mercoledì 23 marzo dalle 15.30 alle 18.00, sala L centro Congressi padiglione 10.

La "flotta" composta da 30 scooter elettrici, 5 macchine elettriche, 5 biciclette elettriche con pedalata assistita fa registrare successi senza precedenti in termini ambientali. Basta pensare che grazie all'utilizzo di questi veicoli a impatto zero i polmoni della Capitale potranno risparmiarsi la bellezza di 150 tonnellate di Co2. Ma non è solo un fatto di mezzi. Buste, packaging, tagliandi, materiale di cancelleria e promozionale saranno tutti in materiali rigorosamente ecologici, le emissioni di Co2 e le polveri sottili prodotte saranno compensate con la partecipazione a progetti di riforestazione in città, i mezzi saranno ricaricati con energia rinnovabile, l'uso di navigatori satellitari permetterà di calcolare i percorsi più brevi.
In un settore in cui il rischio del "non rispetto" delle regole è particolarmente alto, EcCo! ha intenzione di cambiare marcia, e di dare un segnale chiaro e deciso affinchè queste regole vengano giustamente rispettate. E il segnale è arrivato, adeguandosi alle regole più avanzate.

Roma è solo l'inizio. Si pensa già a Milano, Firenze, Bologna, Torino, Napoli e altre città italiane. Il progetto punta ad ampliarsi con un sistema di franchising che consentirà di rispondere in moltissime città italiane al bisogno di un'aria più respirabile. Anche quando si consegna un pacco.
Tutti gli studi sono infatti concordi nell'evidenziare l'enorme peso che le città hanno nelle emissioni di CO2: secondo l'ormai famoso Rapporto Stern circa l'80% delle stesse proviene dalle aree urbane.
" Noi di EcCo! - conclude Pontillo - desideriamo fare la nostra parte a favore di una mobilità e di politiche di trasporto a basso impatto ambientale. Vogliamo invertire il senso di marcia, da subito; ed essere co-protagonisti sia di una società più giusta e solidale che di una nuova cultura d'impresa capace di coniugare etica e profitto". La parola d'ordine è: "Vi togliamo ogni problema di trasporto ..... senza togliervi l'aria!"
Resta solo una domanda. Ma perché non ci hanno pensato prima?
Marilisa Romagno
autore

condividi su