22/03/2016 - 15:55

Vinitaly 2016, dal 10 al 13 aprile Verona tornerà ad essere la capitale mondiale del vino

Prenderà il via il 10 aprile prossimo, per concludersi il 13, la cinquantesima edizione di Vinitaly, la fiera internazionale del vino che si tiene ogni anno nel quartiere fieristico di Verona.
In quei giorni l'ingresso a Vinitaly sarà riservato solo agli operatori business, ma per il grande pubblico degli eno-appassionati dall'8 all'11 aprile nel cuore storico di Verona ci sarà Vinitaly and the City: un vero e proprio fuori salone con degustazioni di vino e cibo, spettacoli musicali e culturali, dj set e incontri sul tema enogastronomico. 
 
"Per il 2016 Veronafiere ha investito 8 milioni di euro per aumentare il già alto tasso di internazionalità di Vinitaly con 55mila operatori stranieri da 141 nazioni presenti nel 2015, pari al 37% del totale. Quest'anno avremo 1.000 buyer selezionati in più dall'estero, grazie al potenziamento dell'incoming, in particolare da Paesi target quali Germania, Austria, Svizzera, Regno Unito, Paesi Scandinavi, Polonia, Usa e Canada, Russia, Giappone e Cina" ha spiegato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere nel corso della conferenza stampa di presentazione dell'evento. 
 
"Sono contento di poter vivere il 50° di Vinitaly. Dobbiamo riconoscere che questa esperienza è stata straordinaria per tutta l'Italia. Vinitaly è la piazza di riferimento per raccontare la potenza dell'esperienza vitivinicola italiana. Noi ora celebriamo questi 50 anni non solo guardando al passato di 2 questa bella storia, ma soprattutto pensando al futuro. C'è una grande sfida, come coniugare la nostra eccellenza enologica con la grande frontiera del digitale, e su quest'asse vogliamo contribuire a fornire degli strumenti nuovi ai giovani delle nostre imprese vitivinicole per essere sempre più presenti nel mondo" ha aggiunto il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina.
 
"Il tema di Vinitaly è anche un po' essere palestra fondamentale di lavoro per tanti giovani che hanno desiderio di fare impresa in questo settore. Veniamo da una grande esperienza di collaborazione con Veronafiere ad Expo, dove abbiamo realizzato il Padiglione del Vino, ora dobbiamo andare avanti consapevoli che la partita per l'internazionalizzazione e l'aumento di numeri dell'export è la grande chiave per la riorganizzazione e il successo del settore. Verona è sempre stata la vetrina per eccellenza di questo mondo e l'investimento che il Governo ha fatto negli ultimi due anni su Vinitaly come chiave per l'intero Paese è chiaro e inequivocabile" ha concluso il ministro. 
Rosamaria Freda
autore

condividi su