22/02/2011 - 08:36

Venezia: i vaporetti ecologici sono una realtà

Saranno presentati domani, mercoledì 23 febbraio 2011, i risultati di uno studio di fattibilità, realizzato da Veneto Agricoltura nell'ambito del progetto europeo Biosire, sull'uso di biocarburanti per i natanti veneziani a uso turistico.
 
Due sono le tipologie di biocarburante prese in considerazione nello studio: l'olio vegetale puro, prodotto da apposite colture energetiche come la colza e il biodiesel, ottenuto dal recupero e dal trattamento degli oli alimentari di cottura esausti raccolti in città.
 
Nello studio, a cui era stato affidato il compito di pianificare e strutturare una possibile filiera sostenibile di produzione e impiego a livello locale di biocarburanti nel settore della mobilità sostenibile, sono analizzati gli aspetti tecnologici, ambientali, energetici, economici e legislativi legati alle varie opzioni di produzione dei biocarburanti.
Il documento è stato realizzato con il coinvolgimento attivo dei diversi stakeholder locali interessati quali istituzioni, operatori del settore, soggetti pubblici e privati attraverso una serie di Local Working Groups.
 
Il Progetto "BIOSIRE - Biofuels and Electric Propulsion Creating Sustainable Transport in Tourism Resorts", finanziato dal Programma comunitario Intelligent Energy for Europe (IEE), ha lo scopo di promuovere sistemi di mobilità sostenibile fondati sull'impiego di biocarburanti e sulla propulsione elettrica nelle aree europee ad alta valenza turistica.
 
Appuntamento quindi per domani dalle ore 9.30 presso la Scuola Grande San Giovanni Evangelista a Venezia (Calle de la laca, 2454).
Le attività del progetto Biosire proseguiranno anche il giorno successivo con il "IV Biosire International Workshop" aperto al pubblico e dedicato al ruolo del trasporto sostenibile.
Lisa Zillio
autore

condividi su