01/01/2013 - 01:00

"Un Sacco Bello'': Addio alle buste di plastica!

Sarà presentato giovedì 7 Ottobre, alle 11.30 presso la sede della Regione Emilia Romagna a Bologna, "Un sacco bello", l'innovativo progetto del Comune di Zola Predosa (BO) per ridurre l'impatto ambientale derivante dai sacchetti di plastica, migliorare la raccolta differenziata sul territorio comunale e diminuire i costi della raccolta dei rifiuti organici grazie a speciali sacchetti. Il progetto sarà presentato durante una conferenza stampa a cui prenderanno parte i principali esponenti dell'Amministrazione di Zola Predosa e l'Assessore Regionale all'Ambiente Sabrina Freda.
Sarà presentato ufficialmente il 7 Ottobre, presso la sede della Regione Emilia Romagna, "Un sacco bello", un innovativo sistema per la raccolta del rifiuto organico domestico ideato e promosso dal Comune di Zola Predosa, con il patrocinio della Provincia di Bologna e della Regione Emilia Romagna, e con il supporto tecnico di Tradingenia srl di Bolzano. Attraverso una conferenza stampa che vedrà la partecipazione dei vertici del Comune di Zola Predosa, dell'Assessore Regionale Sabrina Freda e dell'Assessore Provinciale Emanuele Burgin, saranno illustrate le linee generali di un progetto che, per primo in Italia, unisce sostenibilità ambientale, comunicazione sociale e diminuzione dei costi per la raccolta del rifiuto organico domestico.

L'Assessore all'Ambiente di Zola Predosa Simona Mastrocinque ha così commentato: "Si tratta di un progetto nel quale questa amministrazione ha creduto e crede moltissimo; una campagna che nasce dalla volontà di rafforzare nella popolazione l’idea che i comportamenti virtuosi e le buone pratiche non siano fini a se stessi, ma veicoli attraverso i quali produrre un tangibile miglioramento della realtà in cui viviamo. Con gesti semplici, comportamenti quotidiani che possono con poca fatica diventare un’abitudine, appunto, virtuosa, si consente ad uno scarto di tornare ad essere utile".

Il direttore commerciale di Tradingenia, Carlo Venturato, ha aggiunto: "Il sacchetto che il Comune fornirà ai commercianti è realizzato in carta speciale molto resistente, studiata appositamente per la raccolta del rifiuto organico, tale da garantirela biodegradazione naturale ed aerobica del rifiuto organico,favorendo fra le altre cose anche un’ottimale e naturale perdita di peso per evaporazione con la conseguente riduzione dei costi di raccolta, trasporto e smaltimento".

Il Comune doterà gli esercizi di generi alimentari di sacchetti in carta speciale certificata sia per alimenti che per la produzione di compost, molto resistente e traspirante che i cittadini potranno riutilizzare per la raccolta dell'organico domestico.

In questo modo sarà possibile ridurre il numero di sacchetti di plastica prodotti ed immessi nell'Ambiente come rifiuto, costruire una sempre più solida sensibilità verso la raccolta differenziata e risolvere una serie di problematiche legate alla raccolta dei rifiuti organici, primo tra tutti il cattivo odore e la scarsa igiene derivante dalla fermentazione degli alimenti contenuti di norma in sacchetti “non traspiranti”.
Vesna Tomasevic
autore

condividi su