01/01/2013 - 01:00

"Tutta mia la città", Milano vista dalla bicicletta

Dopo due anni e mezzo di consegne, con alle spalle la certezza di un lavoro che è ormai garantito e apprezzato da molte aziende, l'autore ci racconta la sua esperienza di Urban Bike Messenger: corse pazze per la città, incontri e scontri. Riesce così a raccontare, da un punto di vista inedito, luoghi e persone, fatti di cronaca e a intrappolare nei raggi della sua bicicletta i mille volti di una Milano che è per definizione in continuo movimento.
Il primo servizio di consegne in bicicletta è milanese. Gli Urban Bike Messenger, messaggeri urbani a pedali, oggi hanno il volto di Roberto Peia, ex giornalista ora devoto alle due ruote e al suo uso metropolitano come mezzo per una mobilità alternativa ecosostenibile e silenziosa. Dopo due anni e mezzo di consegne, con alle spalle la certezza di un lavoro che è ormai garantito e apprezzato da molte aziende, l'autore ci racconta la sua esperienza a cominciare dalle corse pazze per la città, gli incontri e gli scontri; riesce così a raccontare da un punto di vista inedito, luoghi e persone, fatti di cronaca e a intrappolare nei raggi della sua bicicletta i mille volti di una Milano che è per definizione in continuo movimento. Il suo è uno stile meticcio, forgiato dalla strada, che va dal resoconto giornalistico alla narrazione pura, con un tono a volte arrabbiato a volte sognante, che fa restare il lettore attaccato alla terra per volare con la mente.

UBM - Urban Bike Messengers è una società che offre un servizio di consegne in bicicletta nella città di Milano. La bicicletta è il mezzo più rapido, economico ed ecologico per muoversi in mezzo al traffico di una grande città, soprattutto nelle zone del centro, dove l'accesso di macchine, furgoni e motorini è sempre più ridotto per la presenza di aree pedonali e zone a traffico limitato: sono quindi innegabili i vantaggi dal punto di vista della tutela dell'ambiente e della rapidità e convenienza delle consegne. Il numero di aziende che hanno scelto UBM è in continua crescita e il livello di soddisfazione dei clienti è sempre più alto. Sono stati firmati accordi con realtà e aziende importanti: Touring Club Italiano; Commissione Europea- Rappresentanza di Milano; le Fondazioni PRADA, Enrico Mattei-ENI, Roberto Franceschi; FAI; Legambiente; Henkel; BWin; Enervit; HSBC; Guna; Ambiente Italia; Marcos y Marcos; Tecnogym; Reebok; Le Coq Sportif; Europassistance; Livextension, Piano B; Royal Canin, Università Bicocca, QBE, Freshfields, BetClic solo per citare alcuni nomi.

Molte aziende hanno scelto UBM perché hanno una politica " green" o dei manager che hanno studiato o lavorato negli Usa, a Londra o a Berlino - città dove il delivery in bici è realtà consolidata da decenni - e dove hanno potuto constatare che i corrieri più veloci - e più "ecologici" - sono proprio quelli che consegnano in bicicletta. Grazie a speciali bici cargo, UBM è in grado di consegnare anche oggetti e merci pesanti e voluminose: dalle riviste ai vestiti, dai regali natalizi alle casse di birra! E in un periodo di congestion charge, ecopass e limiti vari anche questa soluzione può rivelarsi vincente.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su