01/01/2013 - 01:00

Turismo: con 5 mln di pernottamenti tiene l'agriturismo

Con un totale di circa 5 milioni di pernottamenti nell'estate 2012 tiene l'agriturismo che fa segnare però una riduzione del tempo medio di permanenza e un aumento delle prenotazioni last minute.
È la Coldiretti a tracciare un primo bilancio sul turismo in campagna nell'estate 2012 sulla base delle indicazioni dell'associazione agrituristica Terranostra. La necessità di ottimizzare il rapporto prezzo/qualità e la scelta di trascorrere le vacanze non lontano da casa ha favorito l'agriturismo rispetto alle altre forme di alloggio come l'albergo.

Se complessivamente la vacanza in agriturismo ha tenuto su valori dello scorso anno, la situazione - sottolinea la Coldiretti - appare a macchia di leopardo sul territorio nazionale con preoccupazioni ad esempio nelle isole maggiori per la mancanza di una adeguata politica infrastrutturale e dei trasporti. Si guarda peraltro con ottimismo - continua la Coldiretti - al mese di settembre preferito dagli amanti della vacanza nella tranquillità della natura che possono peraltro beneficiare di offerte e sconti fino al 30 per cento (www.terranostra.it).  Le aziende agricole autorizzate all'esercizio dell'agriturismo sfiorano in Italia - sottolinea la Coldiretti - le 20 mila unita con 385.470 posti a sedere a tavola autorizzati e 206.145 posti letto.

Le aziende sono relativamente più concentrate nel Nord del Paese, dove si rilevano il 45,3 per cento delle aziende mentre seguono il Centro (34,1 per cento) e il Mezzogiorno (20,6 per cento). Toscana e Alto Adige, con 4074 e 2990 aziende, si confermano i territori in cui l'agriturismo risulta storicamente piu' rilevante. L'attività agrituristica è significativa anche in Lombardia, Veneto, Umbria, Emilia-Romagna e Piemonte (con oltre 1.000 aziende) e in Campania, Lazio, Sardegna e Marche (con oltre 700 aziende). Piu di un'azienda agrituristica su tre - conclude la Coldiretti - e a conduzione femminile.
Vesna Tomasevic
autore

condividi su