31/05/2016 - 14:00

TTIP: pubblicati i documenti riservati dell'accordo

I documenti riservati che riguardano il TTIP - Transatlantic Trade and Investment Partnership - il trattato per la liberalizzazione del commercio tra Unione europea e Stati Uniti, sono disponibili per la consultazione ai parlamentari e ai funzionari governativi italiani. La sala lettura, presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico di Via Veneto 33 a Roma, sarà aperta dal lunedì al giovedì. Sono previsti due turni di consultazione al mattino e due al pomeriggio.
Le trattative del TTIP sono iniziate nel 2013 e ad oggi sono in una fase di stallo, le due parti - Unione Europea e Stati Uniti - sono molto lontane su quello che potrebbe essere l'accordo di commercializzazione più importante di sempre. I documenti dell'accordo sono rimasti secretati per tutto questo tempo, lasciando immaginare chissà quali retroscena potessero esserci nel negoziato, soprattutto per quanto riguarda la carne agli ormoni e la privatizzazione della sanità. La volontà, da parte del Mise, di voler diffondere i documenti dell'accordo è un modo per sfatare questi timori e dimostrare che, nonostante gli americani abbiano messo sul piatto proposte a riguardo, l'Europa è stata fermamente contraria.

"Vista la grande richiesta di permessi per accedere alla sala lettura" il Mise è propenso a prolungare l'orario di consultazione. Le restrizioni però restano: "Coloro che accedono - spiega il Mise - sono tenuti a rispettare le regole di sicurezza e a non introdurre nella sala lettura cellulari, smartphone o altri dispositivi in grado di riprodurre o registrare immagini o parole". Le parti in gioco nel frattempo si stanno convincendo che il TTIP non è così conveniente come speravano perchè le richieste sembrano essere più onerose dei vantaggi ed è per questo che le trattative, partite velocemente, hanno subito negli ultimi tempi forti rallentamenti fino ad arrivare ad una fase di stallo da cui sarà difficile uscire senza uno sforzo politico non indifferente.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su