26/02/2017 - 11:10

Toyota consegna il primo bus a idrogeno alla città di Tokyo

Toyota Motor Corporation ha consegnato lo scorso 24 febbraio 2017 il primo autobus equipaggiato con celle a combustibile (FC Bus) al Bureau of Transportation del Tokyo Metropolitan Government. Il mezzo (un Toyota FC Bus) inizierà a percorrere la linea Toei a partire dal mese di marzo insieme ad un secondo autobus la cui consegna è prevista nello stesso mese.

Toyota consegna il primo bus a idrogeno alla città di Tokyo

Toyota ha intenzione di introdurre oltre 100 unità dell’FC Bus nel’area metropolitana di Tokyo entro la data d’inizio dei Giochi Olimpici e Paralimipici di Tokyo 2020.

Il numero degli autobus sarà gradualmente aumentato al fine di consentire agli utenti di familiarizzare con questa nuova forma di trasporto pubblico.

Il Toyota Fuel Cell System (TFCS)1, sviluppato per l’FCV Mirai, è stato adottato per assicurare una maggiore efficienza energetica rispetto a quella offerta dai motori a combustione interna e per offrire una performance ambientale di gran lunga superiore, azzerando le emissioni di CO2 e di qualsiasi composto organico semivolatile.

L’FC Bus è conforme con i Non-Step Standard2, norme che prevedono condizioni di accesso ottimali per gli anziani e per i bambini.

L’autobus monta inoltre un sistema di approvigionamento esterno ad elevata capacità: con una potenza di 9 kW3 e una capacità di 235 kWh4, l’FC bus può essere sfruttato in caso di calamità naturali, ad esempio per evacuare scuole e licei5, oppure come alimentatore per fornire elettricità per l’utilizzo domestico.

La fase di sviluppo e i test dimostrativi dell’FC Bus di Toyota sono stati condotti nell’ottica del progetto ‘Next-Generation Energy and Social Systems Demonstration’6 definito dal Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria giapponese (METI) e del programma ‘Low Carbon Technology Research and Development’7 sviluppato dal Ministero dell’Ambiente, per poi essere introdotto in base al ‘Programma per la promozione di trasporti pubblici a basse emissioni carboniche’8 stilato dal Ministero delle Infrastrutture, del Territorio, dei Trasporti e del Turismo (MLIT).

Il Gruppo Toyota considera l’idrogeno come risorsa energetica di fondamentale importanza per il futuro ed ha lanciato la nuova Mirai lavorando al contempo allo sviluppo degli FC Bus, di carrelli elevatori a idrogeno e di pacchi di celle a combustibile per l’utilizzo domestico.

Il brand sta lavorando alacremente per accelerare lo sviluppo della tecnologia, puntando a realizzare una società basata sull’idrogeno.

 

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    05/04/2016 - 12:30
    Mobilità
    Comune e Città metropolitana di Venezia insieme a Toyota per la mobilità sostenibile

    Favorire la realizzazione di un sistema di mobilità urbana sostenibile per il Comune e la Città metropolitana di Venezia, basato sull'impiego delle tecnologie ibrida e ad idrogeno delle quali Toyota Motor Italia è leader mondiale.

  • Leggi
    05/11/2015 - 19:22
    La mobilità sostenibile secondo Toyota

    "Lanciamo una nuova sfida: un mondo sempre più 100 % hybrid. Vogliamo sfruttare l’idrogeno per la salvaguardia del pianeta e il raggiungimento degli obiettivi per il 2050". Andrea Carlucci, Amministratore Delegato Toyota Motor Italia, nel corso della Main Conference di Ecomondo, promossa da H2R...

  • Leggi
    03/02/2016 - 17:54
    Mobilità
    Toyota e Anci Lazio insieme per la mobilità sostenibile

    La tutela dell’ambiente e la diffusione di una mobilità sostenibile sono diventate tematiche prioritarie per le amministrazioni locali, considerato l’aumento dei livelli di inquinamento nelle città italiane. La soluzione concreta e disponibile già da tempo è la tecnologia Hybrid che rappresenta...

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Mobilità
    Una Toyota ricaricabile in prova al Ministero

    Il ministero dell'Ambiente sperimenterà per sei mesi la nuova Toyota Prius ibrida ricaricabile. Il veicolo è stato consegnato al ministero dell'Ambiente per una prova della durata di sei mesi ed entrerà nel parco delle automobili di servizio (già tutte a basso impatto ambientale). Alla breve...