Visualizzazioni: 10
21/04/2017 - 11:45

Tap storia infinita: il Tar del Lazio autorizza l'espianto degli ulivi

Il Tar del Lazio ritorna sui suoi passi dopo aver accolto in prima battuta il ricorso della Regione Puglia contro l'espianto degli ulivi da parte del Tap.
ulivi
La storia del gasdotto Tap continua a colpi di ricorsi. Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso della Regione Puglia per l'espianto degli ulivi nell'area di Melendugno. La notizia arriva dopo che lo stesso Tar, lo scorso 6 aprile, aveva accolto il ricorso della Regione mirato ad ottenere l'annullamento delle note del Ministero dell'Ambiente che autorizzava il Tap ad espiantare le piante di ulivo nelle campagne salentine.

Lo scorso mercoledì il Tar ha riesaminato il ricorso in camera di consiglio ed ha respinto il ricorso. Dopo il via libera da parte del tribunale, Tap, il consorzio a cui fa capo il gasdotto può proseguire con gli espianti di ulivo iniziati il 17 marzo scorso. La Regione Puglia aveva presentato ricorso affermando che l'espianto dei 211 alberi di ulivo rappresenta un danno permanente all'uliveto. Motivazione su cui il Tar ha soprasseduto.

Immediata la replica del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano: "Andremo avanti perché crediamo fermamente che sia ingiusto che la Tap approdi in una delle spiagge più belle d'Europa e che si debbano costruire chilometri di gasdotto sotto il maggiore giardino di ulivi d'Italia".
Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati
  • ambiente
    Leggi
    23/11/2016 - 11:33
    Ambiente

    Ambiente: Tap, il governo autorizza l...

    Il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda procede con l'autorizzazione per l'espianto di circa 260 ulivi in Puglia per poter avviare i lavori di costruzione del TAP contro ogni opposizione della Regione Puglia.

  • Leggi
    19/09/2014 - 13:40
    Fossili

    Gasdotto Tap, Galletti: tutto secondo...

    Le decisioni che il governo, e il ministero dell'Ambiente in particolare, hanno preso in merito al progetto della Tap hanno tenuto conto di tutti gli elementi a disposizione: dal giudizio negativo espresso dalla Regione Puglia sull'opera, alle 58 prescrizioni poste dalla commissione di valutazione...