24/05/2018 - 12:41

Sostenibilità. Cultura delle foreste e certificazione: assemblea generale FSC domani ad Asiago

Cultura delle foreste e certificazione al centro dell’Assemblea dei Soci 2018 di FSC® Italia
Asiago, 25 maggio 2018

Sostenibilità ambientale. Un aumento importante, del 48%, degli ettari di boschi certificati e un incremento del 6% delle aziende attive lungo la filiera (la cosiddetta Catena di Custodia), in particolare nel segmento di seconda trasformazione di legno e carta

foreste - Bosco Testimone di Asiago

Cultura delle foreste e certificazione al centro dell’Assemblea dei Soci 2018 di FSC® Italia
Asiago, 25 maggio 2018

Sostenibilità ambientale. Un aumento importante, del 48%, degli ettari di boschi certificati e un incremento del 6% delle aziende attive lungo la filiera (la cosiddetta Catena di Custodia), in particolare nel segmento di seconda trasformazione di legno e carta
E poi la nuova frontiera della gestione forestale responsabile, ossia l’avvio della certificazione di quelli che tecnicamente vengono chiamati Servizi Ecosistemici, ovvero i servizi offerti da una foresta come lo stoccaggio del carbonio, la prevenzione del dissesto idrogeologico, la ricarica delle falde acquifere, la preservazione della biodiversità.

È in questo orizzonte di crescita non solo quantitativa ma anche qualitativa della gestione responsabile del patrimonio forestale italiano che il Forest Stewardship Council® (FSC) Italia si presenta venerdì 25 maggio ad Asiago (Vicenza) all’annuale appuntamento con l’Assemblea Generale dei Soci: aziende, organizzazioni ed enti appartenenti alle tre camere che rappresentano le anime ambientale, sociale ed economica dell’associazione si incontreranno per discutere e porre le basi per la creazione di filiere virtuose e certificate.

L’assemblea 2018 si tiene in un momento particolarmente importante per il sistema forestale italiano: è stata infatti istituita la Direzione Foreste presso il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e l’anno scorso è iniziata l’attività del Comando Speciale dei Carabinieri con competenza nel settore forestale, che ha ereditato l’esperienza del Corpo Forestale dello Stato. 
“Due elementi del quadro istituzionale riassumibili in due concetti-chiave: governo del settore e legalità” spiega Davide Pettenella, presidente di FSC Italia

I numeri.
Il Forest Stewardship Council (FSC) è un'organizzazione internazionale non governativa, indipendente e senza scopo di lucro, nata per promuovere la gestione responsabile di foreste e piantagioni: il marchio FSC identifica prodotti come carta e legno che provengono da foreste gestite secondo alti criteri ambientali, sociali ed economici
Nel 2017 ha raggiunto i 200 milioni di ettari di foreste certificate nel mondo e importanti aziende operanti in Italia (da Ikea a Sofidel – Rotoloni Regina, da Burgo Group a Dorsal, fino al Gruppo Mauro Saviola) hanno inoltre sottoscritto la Dichiarazione di Vancouver, che riconosce FSC come lo standard internazionale più credibile nella certificazione della materia prima forestale e della sua filiera. 

A livello italiano, sono 17 le aziende certificate per la gestione forestale, mentre la superficie certificata ha raggiunto i 63.584 ettari. 2.200 sono invece le aziende certificate per la Catena di Custodia (erano poco più di 1.900 un anno prima) e il tasso di mantenimento delle certificazioni è fissato al 94%. Infine, da recenti ricerche risultano 2.600 i prodotti che riportano il logo FSC sul packaging nel mercato italiano.   

La scelta di Asiago.
I boschi del Comune di Asiago, luogo scelto per l’Assemblea 2018, rappresentano un modello di sostenibilità che si pone in continuità con la tradizione di uso attivo e responsabile della risorsa boschiva, valorizzando il prodotto locale e l'economia della comunità. 
Quello che lega gli asiaghesi ai boschi dell’Altipiano è infatti un rapporto atavico e intimo tra uomo e natura; lo stesso rapporto che traspare con forza dalle pagine dei racconti di Mario Rigoni Stern e nei film di Ermanno Olmi, che fra questi boschi passeggiavano spesso insieme. 

La gestione responsabile di questa risorsa preserva da secoli un immenso contenitore di biodiversità, che fornisce legname da lavoro e per uso domestico, cibo e riparo per la vasta gamma di specie animali che la popolano durante tutte le stagioni dell’anno. Questo è quanto avviene, ad esempio, nel Bosco Testimone di Clöise, escluso da 20 anni da ogni forma di selvicoltura, anche in presenza di schianti, disseccamenti o eventi di deperimento, e lasciato a libera evoluzione.    

Grazie alla certificazione FSC, un territorio già ricco di storia può oggi contribuire attivamente alla salvaguardia del proprio patrimonio boschivo, promuovendo una gestione rispettosa dell’ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile. 
Da aprile 2017 infatti i boschi di proprietà del Comune di Asiago hanno ottenuto la certificazione FSC.

La nuova frontiera: il Pagamento per i Servizi Ecosistemici (PES)
FSC non significa solo carta e prodotti del legno certificati: da oggi infatti grazie al PES possono essere valorizzati anche una serie di servizi accessori molto importanti, come lo stoccaggio del carbonio, la prevenzione del dissesto idrogeologico, la ricarica delle falde acquifere, la preservazione della biodiversità. 

Due gli esempi in atto.  
La prima è l’esperienza dell’Associazione Forestale di Pianura (AFP), dove otto enti locali del Veneto Orientale si sono riuniti per gestire, valorizzare e monitorare l’offerta di servizi ecosistemici attraverso la gestione comune e condivisa di foreste e pinete litoranee, promuovendoli con forme di turismo “slow”. 
Il secondo esempio è la sottoscrizione, nei primi mesi del 2018 del primo contratto dedicato al PES nel settore della pioppicoltura sostenibile da parte del Parco Oglio Sud (Cremona).

Il programma dell’assemblea.
Ad Asiago il 25 maggio il programma dell’Assemblea di FSC Italia quest’anno si sviluppa in due parti: durante la mattinata è prevista una visita ai boschi comunali certificati FSC e in particolare al Bosco Testimone di Clöise, un bosco ad evoluzione naturale. 
Nel pomeriggio invece verranno presentati il bilancio economico e le attività 2017, il nuovo Bilancio Sociale e la strategia per il biennio 2018-2020.


Per ulteriori informazioni:
Associazione Italiana per la Gestione Forestale Responsabile - FSC® ITALIA • it.fsc.org • FSC® F000217
Via Ugo Foscolo 12 • 35131 Padova • Italia
T +39 (0) 049 8762749 E info@fsc-italia.it

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati