16/09/2017 - 14:15

Settimana Europea della Mobilità sostenibile 2017: +60% viaggi in autobus a impatto zero

Mobilità sostenibile: i passeggeri di FlixBus sempre più virtuosi a Roma, Milano e Firenze. FlixBus finanzia il progetto di Atmosfair Gold-Standard per la Ruanda.
In occasione della Settimana Europea della Mobilità 2017, FlixBus ha tracciato un bilancio dei passeggeri che hanno scelto di compensare le emissioni di CO2 del proprio viaggio: da questa analisi emerge che nell’ultimo anno i clienti responsabili in Italia sono aumentati del 60%. 

Le città più virtuose d’Italia, tra le oltre 170 collegate da FlixBus, sono Roma, Milano e Firenze: la capitale e il capoluogo lombardo, già sul podio nella classifica del 2016, confermano così il proprio orientamento a una mobilità sostenibile, mentre Firenze entra in top 3 guadagnando una posizione rispetto all’anno scorso.

Da sempre, infatti, FlixBus permette ai suoi utenti di viaggiare CO2-free tramite il pagamento volontario di una piccola quota aggiuntiva sul costo del biglietto (in genere pochi centesimi, a seconda della lunghezza del viaggio) per contribuire a finanziare i progetti certificati di Atmosfair, organizzazione impegnata nella tutela del clima attraverso una moderna mobilità sostenibile. 

FlixBus finanzia il progetto Atmosfair Gold-Standard per il Ruanda.
Efficientamento energetico. Grazie ai contributi volontari dei suoi passeggeri, nel 2017 FlixBus ha finanziato il progetto Atmosfair Gold-Standard, accreditato dall’ONU e finalizzato alla distribuzione in Ruanda di forni ad alta efficienza energetica, richiedenti circa l’80% di legna in meno rispetto a quelli tradizionalmente utilizzati nel Paese: chi ha compensato le emissioni di CO2 del proprio viaggio ha così partecipato alla salvaguardia delle foreste locali, che rappresentano, fra le altre cose, uno degli ultimi habitat naturali dei gorilla di montagna al mondo. 

Tra i benefici derivanti dall’implementazione dei nuovi forni si annovera inoltre un miglioramento delle condizioni di salute dei proprietari, prima esposti alle emissioni di forni più inquinanti.

La sostenibilità ambientale al centro dei valori di FlixBus.
Finanziando il progetto per il Ruanda, FlixBus intende sensibilizzare i propri passeggeri alla tematica ambientale, che occupa una posizione di rilievo tra i suoi valori aziendali. 
La società, infatti, impiega rigorosamente autobus di categoria Euro V o superiore per limitare le emissioni di CO2, e sottopone i propri autisti a training dedicati affinché adottino uno stile di guida a bassissimo impatto ambientale.

  
A proposito di FlixBus
FlixBus è un giovane operatore europeo della mobilità sostenibile. Dal 2013 offre un nuovo modo di viaggiare, comodo, green e adatto a tutte le tasche. 

Con una pianificazione intelligente della rete e una tecnologia superiore, FlixBus ha creato la rete di collegamenti in autobus intercity più estesa d’Europa, con oltre 200.000 collegamenti al giorno verso 1.200 destinazioni in 26 Paesi.

Fondata e avviata in Germania, la start-up unisce esperienza e qualità lavorando a braccetto con le PMI del territorio. 

Dalle sedi di Berlino, Monaco di Baviera, Milano, Parigi, Zagabria, Amsterdam e Stoccolma, il team FlixBus è responsabile della pianificazione della rete, del servizio clienti, della gestione qualità, del marketing e delle vendite, oltre che dello sviluppo del business e tecnologico. 

Le aziende di autobus partner – spesso imprese familiari con alle spalle generazioni di successo – sono invece responsabili del servizio operativo e della flotta di autobus verdi, tutti dotati dei più alti standard di comfort e di sicurezza. 

In tal modo, innovazione, spirito imprenditoriale e un brand affermato della mobilità sostenibile vanno a braccetto con l’esperienza e la qualità di un settore tradizionalmente popolato da PMI. 

Grazie a un modello di business unico a livello internazionale, a bordo degli autobus verdi di FlixBus hanno già viaggiato milioni di persone in tutta Europa, e sono stati creati migliaia di posti di lavoro nel settore.

www.flixbus.it
Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati