24/06/2016 - 19:03

Salute e sostenibilità. L'esempio virtuoso dei polli allevati senza uso di antibiotici a Saluggia (VC)

Negli ultimi giorni si è parlato molto di antibiotico-resistenza nei polli. Un tema che ha scosso l’opinione pubblica e ha spinto tutti ad affrontare temi come i metodi di allevamento avicolo e il benessere animale. Allevare polli senza uso di antibiotici è un obiettivo possibile? La cooperativa Agricola Valverde di Saluggia (VC) ci è riuscita e oggi GRAN SELEZIONE, la linea Premium di Pollo dal Piemonte, è in vendita al consumatore con un’etichetta molto chiara: allevato senza uso di antibiotici (informazione autorizzata dal disciplinare Unaitalia, approvato dal Ministero delle Politiche Agricole, certificato CSQA).
“Alleviamo bene, non curiamo!" - dichiara Andrea Costa, Amministratore Delegato della Cooperativa Agricola Valverde.
"E’ questo il nostro punto di orgoglio per 'Gran Selezione - prosegue Costa -  E’ il punto di arrivo di un lungo percorso di ricerca perseguito attraverso programmi di miglioramento della salute degli animali e dell’ambiente, grazie a migliori condizioni negli allevamenti e alla minore densità negli stessi, all’utilizzo di nutrienti di alta qualità e ad un’attenzione costante ai polli da parte dello staff medico-veterinario".

"Stare attenti a ciò che mangiamo è un gesto d’amore, verso noi stessi e nei confronti delle generazioni future. 'Gran Selezione'afferma l'AD della Coop Agricola Valverde - è frutto di un programma responsabile per l’utilizzo dell’antibiotico nella produzione avicola che la mia azienda ha iniziato già 2 anni fa con l’obiettivo di produrre polli in salute, senza uso di farmaci. Gran Selezione oggi non esisterebbe se non avessi potuto contare su un team di esperti, allevatori, nutrizionisti e veterinari, che hanno lavorato al mio fianco in questi anni”.

'Gran selezione' è un pollo allevato nelle campagne piemontesi, alla luce naturale, con  nutrienti di alta qualità.
Gli allevamenti sono rispettosi del benessere degli animali e applicano norme più stringenti di quelle previste dal Dlgs 181/2010 relativamente alla densità di allevamento, alla velocità di crescita e alla presenza di arrichimento ambientale.

Nel 2015, in occasione di Expo, 'Gran Selezione' è stato premiato con il premio Good Chicken, l’importante riconoscimento a livello internazionale voluto da CIWF, la più importante associazione al mondo che lavora esclusivamente per la protezione e il benessere degli animali negli allevamenti.
CIWF ha scelto l’italiana ValVerde perché ha soddisfatto i criteri che rispondono alla salvaguardia del benessere animale proponendo un modello di allevamento rispettoso, dignitoso e di qualità.

“I consumatori  - Elisa Bianco, responsabile del Settore Alimentare di Compassion in World Farming (CIWF) - sono sempre più consapevoli del legame esistente tra l’elevato uso di antibiotici negli allevamenti e lo sviluppo di batteri resistenti ai farmaci. Nonostante l’uso responsabile di antibiotici in allevamento possa contribuire a ridurne i volumi totali utilizzati, per avere una riduzione significativa ed essere in grado di allevare senza antibiotici, l’unica strada è migliorare le condizioni di vita e di salute degli animali e, di conseguenza, il loro benessere.

"Valverde - ha concluso la Bianco - con la sua linea 'Gran Selezione' sta facendo esattamente questo. L’utilizzo di razze più robuste a lento accrescimento, l’allevamento a basse densità e la possibilità di avere accesso a un’area esterna e a un ambiente arricchito, significa non solo che i polli hanno una salute migliore, ma anche che hanno la possibilità di esprimere comportamenti naturali come correre, appollaiarsi, becchettare e nascondersi, tutti aspetti fondamentali per garantire agli animali una buona qualità di vita”.
Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su