22/02/2018 - 11:41

Rinnovabili: eolico off shore, il Parco del Gargano dice NO

Il Parco Nazionale del Gargano ribadisce il suo NO alla costruzione della centrale eolica off shore della Trevi Energy Spa di Cesena.

eolico off shore

Il Parco Nazionale del Gargano sostiene con fermezza che il parco eolico off shore per cui la società Trevi Energy Spa ha chiesto una concessione demaniale di 25 anni, non considera gli impatti delle turbine sull'avifauna migratrice. L'impianto che si intende realizzare coprirebbe una superficie di 40 km quadrati e sarebbe composto da 60 turbine di potenza pari a 3,3 MW ciascuna. Secondo l'Ente parco, la centrale eolica off shore sorgerebbe in una zona che costituisce un corridoio ecologico fondamentale per la migrazione dell'avifauna.

I motivi del NO all'impianto eolico off shore

"Il progetto della società Trevi Energy - dichiara in una nota l'Ente Parco - non considera gli impatti reali e potenziali degli aerogeneratori sull'avifauna migratrice e stanziale e neppure gli impatti cumulativi derivanti dalla realizzazione di una molteplicità di impianti eolici, collocati lungo le coste del Gargano, che sono già agli atti dell'Ente Parco".

"Il promontorio del Gargano e le Isole Tremiti - continua il Parco - costituiscono un corridoio ecologico di importanza internazionale per le rotte di migrazione dell'avifauna in direzione nord-sud (Europa-Africa) ed est-ovest (Balcani-Italia), in particolare per rapaci e veleggiatori come cicogne e gru, così come accertato sia dallo studio condotto dall'Ente Parco in collaborazione con altri Parchi italiani nell'ambito della direttiva "Biodiversità" promossa dal Ministero dell'Ambiente, sia dalla pubblicazione "Atlante della migrazione degli uccelli in Italia", realizzata in collaborazione con l'Ispra (Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale)".

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    26/07/2014 - 19:00
    Fossili
    Il Parco Nazionale del Gargano sposa l'energia geotermica

    Grazie ad un finanziamento di 350mila euro ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico l'Ente potrà realizzare un impianto geotermico a bassa entalpia per la climatizzazione della sede di Monte Sant'Angelo.

  • Leggi
    10/10/2016 - 17:30
    Ambiente
    PN Gargano: le faggete vetuste patrimonio Unesco?

    Se le faggete vetuste della Foresta Umbra diventeranno patrimonio naturale dell'Umanità lo si saprà nei primi mesi del 2017, ma molto dipenderà dalla visita che l'ispettrice cinese Lu Zhi, inviata dall' IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura), ha effettuato nei giorni scorsi...

  • Leggi
    02/04/2013 - 18:00
    Fossili
    Rinnovabili: bocciato l'eolico off shore tra Vasto e Termoli

    Legambiente Abruzzo giudica una brutta notizia per l'ambiente la decisione del Consiglio di Stato di fermare la realizzazione dell'impianto eolico off shore al largo delle coste di Abruzzo e Molise.

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    Le perforazioni off shore a cinque miglia dalla costa sono pura follia!

    Greenpeace contesta fortemente l'ipotesi di inserire nel cosiddetto decreto "incentivi e rilancio infrastrutture" una modifica al limite spaziale per le perforazioni off shore, che porterebbe la distanza dalle coste da dodici a cinque miglia marine.