20/06/2017 - 11:51

Rinnovabili: costi più vantaggiosi entro il 2040 e addio al carbone

Quali sono i dati sulle rinnovabili nel 2016 e le prospettive al 2030 per il settore? Ce lo dice il rapporto “New Energy Outlook 2017” diffuso da Bloomberg New Energy Finance.
rinnovabili
Secondo il rapporto “New Energy Outlook 2017” diffuso da Bloomberg New Energy Finance  i costi delle energie rinnovabili crolleranno entro il 2040, il costo del fotovoltaico calerà del 66%, mentre quello dell’eolico tra il 47 e il 71% per i parchi eolici offshore. Il rapporto evidenzia una crescita consistente della potenza installata, sia per quanto riguarda il fotovoltaico che aumenterà di 14 volte, che per l'eolico che si stima un'aumento di 4 volte rispetto allo scorso anno.

La capacità installata globale e generazione elettrica, passerà alle quotazioni del 48 e del 34% rispetto alle percentuali attuali del 12 e del 5%. Il trand positivo delle fonti rinnovabili, sopratutto fotovoltaico e eolico, sarà supportato anche dalla riduzione del costo del ciclo di vita dell'impianto che diminuirà del 66% entro il 2040. E così, seguendo questa scia le fonti fossili vedranno il loro declino, a cominciare dal carbone che è già sulla strada della fine. Il suo consumo già dai prossimi anni andrà calando sia nella UE che negli USA, in Cina reggerà un pò più a lungo, ma dal 2026 in poi l'industria energetica cinese gli volterà le spalle.

Il gas naturale, secondo il rapporto di Bloomberg, crescerà con una nuova potenza al 2040 del 16%, nonostante tutto si stima che questa nuova fonte energetica non sarà capace di sostituirsi alle fonti fossili come il carbone.


Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati