25/01/2017 - 12:12

Riciclo rifiuti: il Parlamento Europeo propone di alzare la soglia al 70% entro il 2030

Il Parlamento Europeo sta approvando il nuovo rappporto sull'economia circolare, già avvallato da Legambiente. Le proposte sono a favore del riciclo dei rifiuti la cui percentuale è fissata al 70% entro il 2030.
riciclo rifiuti
Il Parlamento europeo sta vagliando alcune proposte sull'economia circolare che prevedono delle modifiche alle norme Ue sui rifiuti, le discariche e i rifiuti organici. Si è voltato stamattina sul riciclo dei rifiuti urbani che dovrebbe raggiungere il 70% al 2030 (invece del 65%), la percentuale di rifiuti smaltita in discarica deve ridursi al 5% (la Commissione proponeva il 10%). Nel pomeriggio si discuteranno le nuove regole sugli imballaggi.

Il presidente di Legambiente Rossella Muroni entusiasta della nuova riforma in atto ribadisce: "Un primo importante passo verso un'ambiziosa riforma della politica europea dei rifiuti finalmente in grado di trasformare l'emergenza rifiuti in una grande opportunità economica e occupazionale. In Italia possono essere creati almeno 190 mila nuovi posti di lavoro grazie allo sviluppo dell'economia circolare, al netto dei posti persi a causa del superamento dell'attuale sistema produttivo".

Secondo Legambiente il rapporto sull'economia circolare adottato migliora la proposta del 2015 fatta dalla Commissione europea, per quanto riguarda i target di riciclaggio al 2030 innalzati al 70% per i rifiuti solidi urbani e all'80% per gli imballaggi. Il raggiungimento di questi obiettivi, secondo la valutazione della stessa Commissione europea, consentirebbe di creare 580 mila posti di lavoro entro il 2030, che potrebbero crescere sino a 867 mila, rileva Legambiente, se all'obiettivo del 70% di riciclaggio si accompagnassero a livello europeo e nazionale anche misure ambiziose per il riuso. Legambiente si impegnerà con forza affinché il rapporto venga approvato dalla plenaria dell'Europarlamento prevista a marzo, migliorandolo possibilmente, in particolare per quanto riguarda le deroghe previste per i paesi ritardatari".

Secondo la Commissione Europea la prevenzione dei rifiuti, la rigenerazione, la riparazione e il riciclaggio possono generare risparmi netti per le imprese europee pari all'8% del fatturato annuo, riducendo nel contempo l'emissione di gas serra del 2-4%. Attualmente in Europa si manda in discarica oltre il 50% dei rifiuti prodotti, distruggendo risorse molto spesso importate a caro prezzo e penalizzando così l'economia delle imprese.


Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    09/01/2016 - 16:30
    Ambiente
    Riciclo rifiuti urbani: impianti pilota con tecnologia stirling

    Riuscire a gestire e valorizzare i rifiuti urbani bio attraverso la realizzazione di micro impianti pilota grazie a nuove soluzioni tecnologiche. È questo l'obiettivo di "DECISIVE - A Decentralized management scheme for innovative valorization of urban biowaste", progetto H2020 appena approvato...

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    Riciclo rifiuti: il riutilizzo della gomma

    Ultima tendenza dell'eco-fashion 100% chic recycle. Il marchio dello stilista veronese Marco Lai parte dalla sperimentazione sui materiali per rendere glamour le camere d'aria di pneumatico, Hell's Kitchen questo il nome della nuova ed innovativa linea.