30/10/2017 - 12:17

Responsabilità sociale: gommose Haribo sotto accusa per schiavitù della manodopera

Haribo sotto accusa per lavoratori in schiavitù.

Alcuni documentari tedeschi hanno accusato l'azienda Haribo delle gommose a forma di orsetti per maltrattamento dei lavoratori durante il processo di produzione della cera nelle piantagioni in Brasile.

Responsabilità sociale

Una serie di documentari tedeschi hanno mostrato le condizioni inaccettabili di lavoro degli operai della Haribo, la famosa azienda che produce i famosi orsetti gommosi e colorati. Così come mostrato nel documentario gli operai della Haribo in Brasile raccolgono la cera carnauba che poi servirà a rendere lucidi le gommose e sono costretti a lavorare per 12 dollari al giorno, a dormire all’aperto e senza accesso all’acqua potabile. Condizioni scandalose che hanno suscitato scalpore e messo l'azienda sotto accusa per schiavitù della manodopera.

Un portavoce di Haribo ha precisato che l’azienda sta verificando con i suoi fornitori di primo livello quali sono le condizioni nelle piantagioni e nelle aziende agricole che li forniscono dei prodotti che acquistiamo. Il portavoce ha commentato "Siamo estremamente preoccupati dalle immagini mostrate nel programma dei consumatori. Le condizioni di lavoro sembrano insopportabili."

Cosa è la carnauba?
La cera utilizzata dalla Haribo, la carbauba, è un prodotto naturale ricavato dalle foglie di alcune palme, assai diffuse in Brasile. Questa foglie si raccolgono quando sono ancora chiuse, vengono battute per sciogliere la cera, che viene lavorata e poi sbiancata. La cera viene prodotta nella zona nord-est del Brasile e poi esportata in tutto il mondo per essere utilizzata in diverse categorie di prodotti, dall’olio per le automobili al filo interdentale al lucido per le scarpe.

Sfruttamento dei lavoratori.
Negli ultimi tempi è emerso che l'industria della lavorazione della cera carnauba non rispetta i diritti dei lavoratori così come afferma un funzionario brasiliano del ministero del Lavoro che ha rivelato condizioni di schiavitù dei lavoratori trattati peggio degli animali.

 

Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    A Milano il primo Camp per l'innovazione sociale

    Scade il 18 maggio prossimo il termine per le candidature al primo Social Innovation Camp (SICamp) italiano, il concorso di idee che, facendo uso di strumenti digitali in rete ad esempio applicazioni per smart-phone e siti web), producano un impatto positivo su problemi di natura sociale,...

  • Leggi
    31/01/2013 - 14:00
    Ad EnergyMed si parla di Responsabilità Sociale Condivisa

    Alla luce del successo delle precedenti edizioni, si accendono i riflettori sulla 6°edizione di EnergyMed, l'evento internazionale sull'Energia, la Mobilità Sostenibile e il Riciclo più atteso del Centro Sud Italia, che si svolgerà a Napoli dall'11 al 13 aprile 2013.

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    EcoWorldHotel ottiene l'attestato di Responsabilità Sociale d'Impresa

    Mercoledì 29 settembre, Alessandro Saccheri, Segretario Generale della CCIAA di Pavia, ha consegnato "L'Attestato di Buone Prassi" ad Alessandro Bisceglia, Presidente di EcoWorldHotel, durante il Seminario "Impresa e Responsabilità Sociale: buone prassi aziendali in Lombardia".

  • Leggi
    27/09/2013 - 21:22
    Ambiente
    Enel, un esempio di Responsabilità Sociale d'Impresa

    Martedì 1 ottobre a Milano incontro “Enel, 10 anni di sostenibilità”, evento inserito nell’ambito del “Salone della CSR e dell’innovazione sociale”.