09/02/2018 - 18:01

Quanto conta l'ambiente nei vari programmi politici?

Quanto c'è di ambiente nei programmi politici dei principali partiti?

Il prossimo 4 marzo il popolo italiano eleggerà la nuovo classe politica italiana. Abbiamo provato a spulciare i loro programmi politici per capire quanto si parla di ambiente e sostenibilità nei loro progetti.

programmi politici

Manca meno di un mese alle elezioni politiche del 2018. Il 4 marzo saremo chiamati ad andare alle urne per eleggere deputati e senatori. Ma nei programmi politici quanto contano ambiente e sostenibilità? Abbiamo provato a dare uno sguardo ai programmi politici di tutti i maggiori schieramenti e ne abbiamo tirato le somme.

Centrodestra: Forza Italia con Silvio Berlusconi, Lega con Matteo Salvini, Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni e Noi con l'Italia.
Il programma del centrodestra non sembra entrare molto nello specifico in tema di ambiente e sostenibilità. Si parla di tutela del made in Italy, nuove tecnologie per l'efficienza energetica, migliore utilizzo delle risorse, il tutto però senza entrare nei dettagli e specificare meglio tempi e modalità.

Movimento 5 stelle
L'ambiente è da sempre un cavallo di battaglia del partito pentastellato, ed anche in questa tornata buona parte del programma elettorale è dedicato a questo tema. Proposte mirate, tempi e modalità fanno capire quanto conti per il M5S l'ambiente e la sostenibilità nel nostro pianeta. Uscita dal petrolio entro il 2050, riciclo, bonifiche ambientali, lotta al dissesto idrogeologico, mobilità sostenibile, reati ambientali e cambiamenti climatici sono i punti su cui il movimento intende agire.

Partito Democratico
Il programma politico ambientale del PD verte sul concetto delle tre A: Agricoltura, Alimentazione e Ambiente. Anche in questo caso siamo di fronte ad un programma di azioni concrete e mirate; in agricoltura si punta tutto sul rinnovo generazionale, aggiornamento delle tecnologie e reddito da agricoltori. La A di ambiente significa intervenire su raccolta differenziata, mobilità sostenibile e salvaguardia della risorsa acqua. Per l'alimentazione invece, il PD, intende difendere il made in Italy e puntare sul turismo enogastronomico.

Liberi e Uguali
Il partito di Grasso punta alla conversione ecologica della nostra economia. Il piano verde è alla base del programma elettorale e prevede una decarbonizzazione totale, l'adozione della strategia "rifiuti zero", riduzione dei consumi energetici e rinnovabili al 100% entro il 2050. Carbon tax ed efficienza energetica chiudono le azioni di programma a carattere ambientale del partito.

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    16/09/2013 - 19:00
    Alimentazione

    Agricoltura: urgente una nuova Politica...

    Il presidente della Cia Politi alla Direzione dell'Organizzazione a Teramo, presente il sottosegretario alle Politiche agricole Castiglione: la riforma Pac impone scelte obbligate. Attendiamo fiduciosi che gli impegni assunti dal ministro De Girolamo divengano al più presto una concreta realtà.

  • Leggi
    09/01/2013 - 11:37
    Ambiente

    Ambiente: i cittadini auspicano...

    Secondo i dati più recenti, la maggior parte degli europei (56%) ritiene che la qualità dell'aria sia peggiorata negli ultimi 10 anni. In Italia è di questa opinione addirittura l'81% degli intervistati, mentre a Cipro, in Francia, in Grecia, in Ungheria, in Romania e in Spagna la percentuale si...

  • Leggi
    25/07/2013 - 17:00
    Ambiente

    Ambiente, strategie comuni per il...

    Il ministro Andrea Orlando ha incontrato ieri gli assessori regionali e delle province autonome all'Ambiente con l'obiettivo di definire una strategia comune per il rilancio della spese di investimento nelle politiche ambientali. E' il secondo incontro del genere dopo quello che Orlando aveva...

  • Leggi
    24/01/2013 - 20:23
    Fossili

    ANCI sulle politiche energetiche...

    Tares: Bernocchi (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) ci auguriamo che l'apertura del governo sia confermata da un atto concreto.