05/08/2021 - 12:29

Quanta CO2 può assorbire una foresta urbana? L’esperimento di IBM a Manhattan per rendere le piantumazioni più intelligenti

Nella sfida per combattere i cambiamenti climatici e ridurre le emissioni di CO2, uno degli interventi più utilizzati è l’avvio di progetti di piantumazione pensati per ripulire l’aria urbana. Ma come è possibile sapere se questi progetti sono efficaci? Come possiamo valutare che gli alberi che vengono piantati riescano a dare il loro massimo contributo e come possiamo assicurarci che rimangano in salute più a lungo?

assorbimento CO2

Piantare alberi è una delle strategie più semplici per catturare carbonio dall'aria e, se progettata in modo intelligente, può favorire una compensazione di carbonio più importante e può fornire a urbanisti e ambientalisti indicazioni più precise per determinare quale tipo di alberi sono necessari e dove possono migliorare la qualità dell’aria locale. La quantità massima di carbonio che può essere catturato da un albero è principalmente legata dalle dimensioni geometriche, determinate da principi fisici di base, come il trasporto ottimale dell'acqua dalle radici alle foglie, oltre al suolo locale e al clima che guida i tassi di crescita. Pertanto, la conoscenza della copertura degli alberi, le loro dimensioni geometriche e caratteristiche delle specie sono cruciali per fare buone stime di stoccaggio del carbonio, ma queste informazioni non sono facilmente reperibili per la maggior parte delle località del pianeta.

I ricercatori IBM hanno progettato un processo per identificare, mappare e quantificare con precisione la quantità di carbonio che gli alberi in una data area sono in grado di immagazzinare, prendendo in considerazione la loro specie, la forma geometrica e il volume del fogliame. Tale processo è stato testato nel distretto di NYC di Manhattan. Grazie all’utilizzo di tecnologie come il machine learning, analisi dei dati geospaziali, e LiDAR, utilizzati per creare modelli molto accurati e ad alta risoluzione del terreno, IBM ha ottenuto una visione unica della capacità di stoccaggio del carbonio della vegetazione terrestre.

I risultati del test. Per esempio, i ricercatori sono stati in grado di misurare la quantità di carbonio che gli alberi di Manhattan sono in grado di eliminare dall’atmosfera, pari a 52.000 tonnellate. Queste tecnologie possono essere utilizzate anche per identificare le caratteristiche precise di alcune specie e stabilire dove un maggior numero di un certo tipo di albero può essere più efficace, in relazione alla morfologia della città. Il metodo elaborato da IBM permette sia di mappare il carbonio catturato da ogni singolo albero che di ottenere il dato aggregato a livello di città.

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati
  • piantumazione alberi
    Leggi
    11/11/2019 - 11:52
    Ambiente
    "Più alberi per più bambini": progetto Mellin per sostenere la natalità investendo nell'ambiente

    Con la piantumazione del primo albero a Milano, è ufficialmente partita la campagna Mellin “Più alberi per più bambini”, che vuole sostenere la natalità investendo anche in aree verdi per il benessere di bambini e famiglie in tutta Italia.

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    Macedonia: Il governo proclama le ferie per piantare alberi

    Il 21 novembre 2011 era la Giornata dell'Albero, una festa che in realtà dà il via a numerose iniziative dedicate in tutto il mondo che si prolungano per tutto il mese. Tra le tante nuove piantumazioni in scuole, città e parchi, ce n'è una che ci ha colpito per il suo impatto sulla vita di tutto un...

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    80/95% di CO2 in meno entro il 2050, ecco l'impegno della UE

    Il Consiglio "Ambiente" dell'Unione europea, riunito in Lussemburgo, ha rinnovato il proprio impegno a favore di un taglio drastico delle emissioni climalteranti in pieno accordo con le linee dettate in materia di lotta al riscaldamento globale stabilite in sede internazionale.

  • Leggi
    23/07/2013 - 15:59
    Edilizia
    Città più sostenibili con l'aumento del verde urbano

    La Cia commenta i dati Istat sulla qualità ambientale nelle città. Nei comuni italiani aumentano le aree verdi, anche se ancora lentamente (quasi l’1% annuo): oggi la disponibilità supera i 30 mq procapite. E si fa strada una nuova modalità del costruire, fatta di edifici ricoperti da orti...