13/05/2020 - 19:11

Pulizia di casa: 3 consigli per igienizzare i sistemi di climatizzazione e ricambio dell’aria

Igiene e salute

Ecco i consigli di MCE Lab, la piattaforma di MCE Mostra Convegno Expocomfort dedicata ai temi del comfort residenziale, dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale per una pulizia completa di tutti gli apparecchi di riscaldamento/raffrescamento di casa. 

 

Pulizia di casa, sistemi di climatizzazione e ricambio dell’aria

Molti di noi, confinati tra le mura di casa si sono dedicati alle pulizie più profonde. Ma siamo sicuri di aver pulito a fondo tutto? Dopo queste settimane di permanenza casalinga forzata abbiamo imparato l’importanza di un’aria pulita e igienizzata e in previsione dell’arrivo del caldo estivo è arrivato il momento di pensare a condizionatori, climatizzatori e sistemi di ventilazione.

Ecco i consigli di MCE Lab, la piattaforma di MCE Mostra Convegno Expocomfort dedicata ai temi del comfort residenziale, dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale per una pulizia completa di tutti gli apparecchi di riscaldamento/raffrescamento di casa

Secondo Egisto Canducci, coordinatore di MCE Lab, è possibile fare una disinfezione profonda dell’apparecchio in modo facile e godersi il raffrescamento in piena sicurezza: è importante pulire filtri, scocche, ventilatori e batterie dei condizionatori con un prodotto igienizzante. La disinfezione della batteria va fatta con cautela, per non arrecare danni alle lamelle, che sono piuttosto delicate; si procede come segue:

1. innanzitutto va smontata la scocca del condizionatore (la parte frontale degli apparecchi conosciuti come split): si apre, si tolgono i filtri e si può procedere al lavaggio utilizzando detersivi neutri a cui si può aggiungere una parte di alcol etilico. Smontati i filtri e la scocca si potrà pulire e disinfettare anche la batteria di scambio, operazione che si può effettuare con diversi prodotti specifici facilmente reperibili in commercio;

2. i filtri si potranno pulire in acqua tiepida, semplicemente mettendoli sotto un rubinetto nel senso opposto all'aspirazione dell'aria;

3. infine, viene vaporizzato il sanificante sulle lamelle a una distanza di circa 10 cm. Esistono in commercio prodotti specifici sanitizzanti antibatterici e germicidi per filtri di condizionatori; a fine operazione, e una volta ben asciugati, possiamo rimontare tutti i pezzi, prestando attenzione alle parti più delicate.

I prodotti di sanificazione possono essere usati anche nei sistemi di VMC (Ventilazione Meccanica Controllata). Questi sono sistemi ancora poco diffusi nelle abitazioni ma che possiamo trovare in spazi adibiti a ufficio; è importante immettere il prodotto sanificante nelle canalizzazioni, direttamente nella linea di immissione di aria all'interno dell'edificio. Esistono poi sistemi di sanificazione a ozono, che richiedono che la sanificazione venga effettuata da personale specializzato.

Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati