18/07/2019 - 11:16

Portami una bottiglia di plastica, ti regalo un libro

Il progetto “Non rifiutiamoci un libro sospeso”, ideato da Michele Gentili, è protagonista di una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso e mira a essere un modello per le scuole italiane.

libro

Una bottiglia di plastica in cambio di un libro: l’iniziativa di Michele Gentili, libraio di Polla, un piccolo centro in provincia di Salerno, ha suscitato molto interesse tra i suoi concittadini, puntando i riflettori su un problema, come quello dell’inquinamento ambientale, di stringente attualità. Per promuovere una maggiore consapevolezza sull’argomento, soprattutto tra i più giovani, Michele ha ideato il progetto “Non rifiutiamoci un libro sospeso”, attualmente protagonista di una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso, con l’obiettivo di farne un’iniziativa modello da replicare nelle scuole italiane: se si ha una bottiglia di plastica o una lattina da buttare, non si fa altro che andare in libreria e consegnarla, ricevendo in cambio un buon libro da leggere.

Lattine e bottiglie di plastica si accumulano tutti i giorni e spesso, purtroppo, finiscono nei nostri mari, nei boschi o sul ciglio delle strade piuttosto che essere correttamente smaltite nei bidoni della raccolta differenziata, compromettendo la sopravvivenza di molte specie animali. La sensibilità sul tema si può sviluppare solo grazie all’informazione e alla cultura. Anche questa, tuttavia sta conoscendo una grave crisi: il 10% delle famiglie italiane, infatti, non possiede nemmeno un libro a casa e il 28% ne possiede meno di 25. Un problema grave, che Michele Gentili, nel suo piccolo, ha deciso di affrontare in modo creativo e originale, coinvolgendo proprio coloro che potranno fare la differenza in futuro: i bambini.

Contribuendo alla campagna di crowdfunding attiva su Produzioni dal Basso, si potrà replicare questo particolare “scambio” tra rifiuti e libri in molte scuole d’Italia, con il duplice scopo di promuovere il rispetto per l’ambiente e riscoprire l’amore per la lettura. Le bottiglie e le lattine raccolte, inoltre, non saranno buttate via ma riciclate per realizzare librerie, scaffali e contenitori per fioriere. Le donazioni serviranno per acquistare nuovi libri da scambiare con i rifiuti da distribuire nelle scuole primarie e medie inferiori di tutta la Penisola, nonché per la progettazione e la realizzazione degli scaffali e delle fioriere. 

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Fossili
    Bottiglia di plastica, acqua e candeggina per illuminare Manila

    L'idea geniale è di Amy Smith, ingegnere del Massachussets Institute of Technology: una bottiglia piena di acqua e candeggina che, filtrando i raggi del sole dal tetto delle baracche di Manila, riesce a illuminare come una normale lampadina da 55 watt per tutto il giorno. Il progetto "Isang Litrong...

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    Bottiglie che diventano auto

    Si parla della T25 supermini car, un prodotto innovativo che è stato progettato e messo a punto grazie all’utilizzo di bottiglie di plastica usate e riciclate.

  • Leggi
    13/01/2014 - 16:30
    Cultura
    "Nuova vita ai tuoi libri": un'iniziativa di solidarietà ed ecologia

    Gli oltre 35.000 volumi raccolti saranno destinati ai progetti di alfabetizzazione e corsi di lingua italiana della Fondazione IntegrA/Azione. Un risultato a dir poco lusinghiero quello ottenuto grazie all'iniziativa "Nuova vita ai tuoi libri", la campagna di raccolta libri usati promossa da...

  • Leggi
    01/01/2013 - 01:00
    Ambiente
    E-book e libri: impatto ambientale a confronto

    Emma Ritch ha condotto una ricerca per conto della Cleantech Group, società di consulenza finanziaria che opera nell'ambito della 'green economy', sull'impatto ambientale del ciclo di vita dei libri cartacei e degli e-book. Risultato? L'impatto dei primi sarebbe maggiore.