01/01/2013 - 01:00

Osservatorio Edison sugli Italiani e l'energia

Illuministi (12%), eco-fondamentalisti (20%), giganti con i piedi d'argilla (17,1%), conformisti (20%), spreconi (31%) sono i 5 tipi che rappresentano l'atteggiamento degli italiani nei confronti dell'energia e della salvaguardia ambientale secondo l'indagine svolta dal sociologo Enrico Finzi.
 
Più in generale da quest'indagine emerge l'immagine di un Paese con molte contraddizioni
Infatti, a fronte di una crescente attenzione verso i temi dell'energia e del risparmio energetico, l'italiano si conferma un energivoro, con comportamenti incoerenti rispetto alle preoccupazioni espresse per l'ambiente e le sue sorti e con un basso livello d'informazione circa le caratteristiche peculiari delle fonti di energia.
 
L'indagine demoscopica è stata realizzata nel corso del 2010 su un campione nazionale rappresentativo (1.071 interviste su 34 milioni di 25-65enni) per capire il vissuto e i comportamenti che gli italiani adottano quando si parla di energia e di salvaguardia ambientale.
L'indagine ha riguardato, tra gli altri, i temi concernenti le fonti di energia. 
Le fonti tradizionali hanno lo stesso livello di notorietà (96%) delle fonti rinnovabili; quello che le differenzia è il livello di apprezzamento: il solare e l'eolico godono di un favore dominante (64% circa), a scapito delle fonti tradizionali prevalentemente da combustibili fossili, con un apprezzamento compreso fra il 24,7% del metano e l'1,7% del petrolio.
 
L'Osservatorio ha poi indagato i comportamenti concreti adottati in termini di risparmio energetico ed ecosostenibilità, cioè quei comportamenti regolari o adottati con una discreta frequenza. 
Il 38% degli italiani non adotta alcun comportamento ecosostenibile mentre solo il 27% si impegna quotidianamente, seppur con ancora troppe riserve e restrizioni. 
Fra le misure adottate per tutelare l'ambiente l'utilizzo delle lampadine a basso consumo rappresenta il comportamento più diffuso (76%), seguito dalla raccolta differenziata (73%), dal risparmio dell'acqua (69%), l'utilizzo razionale della lavatrice (62,6%) e del condizionamento estivo (58%).
 
Alla luce di tutti i risultati è stata costruita una tipologia ad hoc che ha identificato 5 macro tipologie: gli Illuministi (razionali e innovatori sono gli ecologisti non estremi), gli Eco-fondamentalisti (opinion leaders informati ostili alle fonti non rinnovabili), i Giganti con i Piedi di Argilla (sedicenti informati ma di fatto conservatori e poco tenaci), i Conformisti (mediocri e con comportamenti poco ecosostenibili) e infine gli Spreconi (poco informati e generalmente pigri senza grandi passioni) che, insieme ai Conformisti, rappresentano la maggioranza degli italiani (51%).
Lisa Zillio
autore

condividi su