29/08/2018 - 16:22

Nissan Leaf: dalla Polonia al Giappone senza emettere inquinanti

Dopo un viaggio di 16.000 chilometri, l’esploratore polare Marek Kaminski è arrivato in Giappone partendo dalla Polonia a bordo del veicolo elettrico più venduto in Europa, la nuova Nissan LEAF, con il progetto #NoTraceExpedition avviato tre mesi prima.

Nissan Leaf

Il viaggio a zero emissioni di Marek è iniziato da Zakopane, in Polonia e ha coinvolto otto paesi di due continenti, passando per Lituania, Bielorussia, Russia, Mongolia, Cina e Corea del Sud fino alla destinazione finale, Tokyo, affrontando numerose condizioni di guida differenti. La frase “no trace left behind” (“senza lasciare tracce”) dell’hashtag #NoTraceExpedition dimostra la fattibilità di un viaggio a zero emissioni a bordo di un’auto 100% elettrica ed è un esempio per gli esploratori che vogliono visitare gli angoli più remoti del mondo senza emissioni inquinanti, sia atmosferiche che acustiche.

Marek Kaminski può aggiungere ai suoi record questa spedizione a bordo di un veicolo 100% elettrico come il primo uomo ad aver raggiunto il Polo Nord e il Polo Sud nello stesso anno. Fra le imprese di Marek durante il percorso, le deviazioni sugli sterrati in Mongolia e alcune soluzioni innovative di ricarica in Russia. Dopo aver compiuto il tragitto dei primi 16.000 chilometri, Marek si rimetterà ora al volante per completare il viaggio di ritorno, da Tokyo alla Polonia per concludere l’avventura.

La nuova Nissan LEAF 100% elettrica con tecnologie all’avanguardia è l’icona della Nissan Intelligent Mobility. Con una nuova batteria da 40 kWh, Nissan LEAF ha un’autonomia di percorrenza fino a 389 km nel ciclo urbano e fino a 270 km nel ciclo combinato (città e autostrada) con singola ricarica, secondo il nuovo ciclo di omologazione WLTP*, garantendo così ai clienti un’esperienza di guida sicura e dinamica. Per Marek, la nuova LEAF è il partner perfetto per i viaggi sostenibili anche nelle lunghe percorrenze. L’auto non produce nessuna emissione allo scarico e offre un’ampia gamma di funzionalità, fra cui la tecnologia e-Pedal e l’avanzato sistema di assistenza alla guida ProPILOT, per un’esperienza di guida confortevole.

Marek Kaminski ha dichiarato: “Questo viaggio non ha come unico obiettivo quello di arrivare a destinazione, ma si propone di dimostrare le potenzialità della mobilità elettrica nell’ottica della maggiore sostenibilità. Nissan LEAF si è rivelata un partner sempre affidabile, sia nelle zone sperdute della Russia, che negli sterrati mongoli o nelle trafficate strade di Tokyo. L’auto e le tecnologie come il ProPILOT hanno dato prova di notevoli capacità anche in situazioni di guida difficili e persino in aree remote con infrastrutture minime siamo riusciti a mantenere LEAF carica e scattante. Nissan LEAF mi ha dato l’opportunità di rispettare il mio impegno e di viaggiare a zero emissioni e quindi mi auguro che questa avventura sia un passo in avanti verso una mobilità sostenibile".

Gareth Dunsmore, Electric Vehicle Director Nissan Europe, ha commentato: “Questo viaggio di 16.000 chilometri dimostra come, utilizzando un veicolo elettrico, le persone possano viaggiare comodamente anche su lunghe distanze senza inquinare, salvaguardando l’ambiente, proprio come Marek".

Con oltre 340.000 unità commercializzate dal 2010, anno di lancio della prima generazione, Nissan LEAF è il veicolo elettrico più venduto della storia. La nuova Nissan LEAF, che dalla sua introduzione nell’ottobre del 2017 ha venduto oltre 41.000 unità in Europa, continua a portare avanti questa tradizione, aiutando a creare un futuro più sostenibile che combina l’efficienza a una guida più sicura e a un’integrazione maggiore.

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati