20/01/2014 - 15:00

Mobilità: avviato il gruppo di lavoro sulla ciclovia del Po

Il Parco del Po e della collina torinese, insieme ai colleghi dei tratti cuneese e vercellese-alessandrino del Po, hanno iniziato i lavori nell'ambito del gruppo di lavoro che la Giunta regionale del Piemonte ha istituito lo scorso anno per individuare i percorsi e le modalità di realizzazione del progetto della ciclostrada Del Po.
Il Direttore Ippolito Ostellino e il Presidente Giuseppe Bava hanno ricordato che da anni i parchi regionali del Po del Piemote sono impegnati in questo lavoro, avendo anche attivato numerose progettualità nel grande progetto speciale Valle del Po coordinato dall'Autorità di Bacino del Fiume Po. Con questa nuova iniziativa dell'Amministrazione Regionale si sono attivate nuove energie, anche sull'onda della proposta del Politecnico di Milano VENTO, rispetto alla quale però le iniziative ed esperienze locali hanno già sviluppato riflessioni in particolare in merito al tema gestionale e di manutenzione dei percorsi, oltre che per la loro promozione temi sui quali il progetto Vento non ha sviluppato nuove proposte e idee. Su questo tema gestionale siamo infatti chiamati tutti a confrontarci e non solo sul tema del tracciato.

Sui percorsi e le possibili tracce il lavoro è avviato da tempo e nel gruppo di lavoro si è avanzata l'idea di un percorso misto fra attuali possibilità e alcuni interventi che permettano il miglioramento di un tracciato, che oggi purtroppo presenta ancora alcune criticità in particolare nel tratto a nord di Torino. Nell'ambito del gruppo di lavoro è stata anche portata la progettualità della ciclostrada del Canale Cavour, che per il primo tratto rappresenta parte della ciclovia del Po fra Chivasso e Crescentino nonché il progetto Moncalieri-Carmagnola inserito nel Masterplan del Po dei Laghi sul quale il parco sta attivando collaborazioni con l'UNIMIN organizzazione Industriale del comparto estrattivo con la quale ha condiviso e cofinanziato lo stesso Masterplan. Presto verranno attivate le cartografie di progetto e il Gruppo di lavoro regionale proseguirà il lavoro anche nei confronti delle altre tre Regioni coinvolte.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su