26/02/2015 - 19:33

MIOT, la nuova startup di MIPU, unica italiana tra i finalisti della Innovation World Cup al MWC 2015

La neonata startup per l’Energy of Things al primo riconoscimento internazionale. MIPU, giovane e dinamico acceleratore di startup con sede sul Lago di Garda, in stretta collaborazione con Inspiring Software, lancia MIOT, l’innovativa e completa piattaforma per l’Internet of Energy pensato per aumentare produttività, efficienza e diminuire gli sprechi in ogni ambito della vita.
Nata da poco più di un mese, MIOT può già annoverare un prestigioso riconoscimento internazionale: è stata infatti selezionata, tra oltre 400 progetti provenienti da tutto il mondo, come unica startup Italiana tra le 20 finaliste della IoT Innovation World Cup.

La cerimonia di premiazione dell’IoT Innovation World Cup avverrà la prossima settimana durante il MWC 2015 a Barcellona.  

“Il principio fondante di MIPU è di promuovere uno stile di vita più consapevole. Sono anni che lavoriamo a questo progetto, consci delle enormi potenzialità dell’IoT, e siamo orgogliosi di essere tra i pochi che hanno saputo interpretarlo al meglio e applicarlo a ciò in cui eccelliamo: l’efficienza energetica.” ha commentato così Giovanni Presti, CEO di Inspiring Software e Innovation Strategist di MIPU.

MIOT nasce dal forte desiderio di costruire una società ecologicamente più sostenibile utilizzando al meglio le innovazioni tecnologiche dell’ultimo ventennio.MIOT, l’Internet of Energy secondo MIPU, è l’unione di DAVIDE, la piattaforma hardware, e REBECCA, la piattaforma software.

DAVIDE è intelligente, interconnesso e si adatta perfettamente ai diversi ambiti in cui può essere utilizzato; oltre alla funzione di Smart Meter implementa algoritmi di Predictive Analytics che consentono di identificare anomalie negli asset monitorati.

REBECCA è una piattaforma software aperta e collaborativa che consente di sviluppare ed eseguire applicazioni IoT per accrescere l’efficienza, aumentare la produttività e abbattere gli sprechi in ogni ambito della vita.
La Piattaforma non si limita al monitoraggio dei consumi energetici ma è in grado di intercettare automaticamente gli sprechi energetici e le inefficienze economico/gestionali creando un ciclo virtuoso di riduzione dei consumi e dei costi energetici promuovendo così uno stile di vita più sostenibile.

In questo modo l’utente finale viene coinvolto come gestore attivo e conscio dei propri consumi energetici.
Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su