09/09/2016 - 02:38

Macfrut Innovation Award 2016 (MIA): a Rimini le medaglie per l'innovazione nell'ortofrutta nel premio organizzato da L'Informatore Agrario

Fiere.

Un pomodoro resistente ai virus, il primo minimelone “piel de sapo”, un regolatore di crescita che può migliorare la colorazione degli acini dell’uva da tavola, sistemi di conservazione basati sull’ozono, macchine selezionatrici in grado di “guardare” all’interno del frutto, packaging inediti ed espositori modulari in legno.

Macfrut Innovation Award 2016 (MIA): a Rimini le medaglie per l'innovazione nell'ortofrutta nel premio organizzato da L'Informatore Agrario

Sono solo alcune delle novità premiate nell’edizione 2016 di Macfrut Innovation Award, il riconoscimento de L’Informatore Agrario e Macfrut che seleziona le innovazioni più interessanti esposte durante la manifestazione.

Con 7 ori, 9 argenti e 12 bronzi, sono 28 le medaglie assegnate e 9 le menzioni speciali, dedicate ai prodotti al di fuori delle 7 categorie merceologiche previste dal regolamento.
La cerimonia di premiazione è in programma venerdì 16 settembre (Macfrut Innovation Hall, ore 10.30) alla presenza del presidente di Cesena Fiere, Renzo Piraccini, e di Antonio Boschetti, direttore de L’Informatore Agrario.

Per Antonio Boschetti: “I Macfrut Innovation Award premiano il valore dell’innovazione rispetto a funzionalità, utilizzazione, concezione tecnica, impatto ambientale e qualità dei prodotti. Le numerosissime candidature sono l’evidente segnale di un comparto in fermento e che punta all’innovazione come driver di crescita. Quest’anno – ha concluso Boschetti – per la prima volta abbiamo premiato anche alcune novità nell’ambito dei prodotti trasformati, un segmento ad alto valore aggiunto”.

Per Renzo Piraccini: “Le novità premiate a Macfrut evidenziano due elementi: la leadership delle aziende italiane sul fronte dell’innovazione; e una tendenza del comparto sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale e attento alle esigenze del consumatore”.

Vanno in questa direzione, infatti, l’atomizzatore dotato di un sistema che riduce la deriva nei trattamenti fitosanitari (M-612 Multi-Flow), la sarchiatrice interfilare per il controllo meccanico delle infestanti (Rotosark), il sistema  in grado di selezionare i mirtilli in base alle qualità di buccia e polpa (Blueberry Vision Unitec Technology) e il dispositivo elettroidraulico per il controllo automatico della corretta profondità di lavoro (TDC), la migliore preparazione del terreno e la riduzione di carburante.

La parola d’ordine rimane la sostenibilità, in direzione di un abbattimento dei costi ma anche, e soprattutto, in un’ottica di rispetto dell’ambiente e della salubrità del prodotto, a partire dagli agrofarmaci e fertilizzanti (vince la medaglia d’oro nella categoria 3logy, l’antibotritico a base di 3 nuove sostanze attive naturali  - i terpeni - esente dai limiti massimi di residuo), fino agli imballaggi e al packaging, che vedono affermarsi nuove confezioni con un consumo di materie prime inferiore per il 35% e riciclabili al 100% (Sormabag).

Dal punto di vista delle varietà ortofrutticole, continua la ricerca di prodotti sempre più accattivanti per il consumatore, dal colore alle dimensioni, fino alla consistenza e versatilità in cucina.

Un’attenzione al gusto e ai trend alimentari che si riscontra anche tra le menzioni speciali, tra cui i prodotti vegani - i burger vegetali a base di quinoa (Burger’Z) - biologici, in monoporzioni e pronti al consumo.

Un occhio di riguardo per le intolleranze: spazio al gluten-free, alle proposte senza zuccheri aggiunti, senza coloranti artificiali e a basso contenuto calorico, come la pasta di frutta disidratata e frutta secca (Mister Nut Wellness) e il Puré senza latte.

Genuinità, quindi, ma anche tracciabilità: tra le medaglie di bronzo c’è la App (SiroApp) che consente di risalire al percorso produttivo del prodotto tramite il QR code, mentre ricevono una menzione speciale le Verdure di Romagna, ortaggi di stagione del territorio romagnolo coltivati da aziende agricole specializzate nel rispetto dell’ambiente, della biodiversità e della stagionalità del prodotto che viene raccolto e confezionato in giornata.

Con 14 riconoscimenti complessivi, è proprio l’Emilia-Romagna la regione italiana più premiata, seguita da Lombardia (9) e Piemonte (5).

Per la categoria “Strutture e attrezzature per le colture protette” il primo e secondo gradino del podio sono occupati da aziende francesi, a testimoniare il valore internazionale di Macfrut.

Tutte le novità premiate sono consultabili sul sito www.ortofrutta.informatoreagrario.it

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati
  • andrew-neel-cckf4TsHAuw-unsplash
    Leggi
    22/09/2020 - 11:31
    Economia
    La nuova sfida delle aziende: il mercato ecosostenibile

    Riduzione delle emissioni inquinanti, servizi innovativi che siano davvero amici dell'ambiente, e ottimizzazione della logistica e dei trasporti. Sono tutte tematiche che alla base hanno un intento sicuramente nobile, ovvero la salvaguardia del nostro pianeta, unita alla possibilità di creare un...

  • prodotti biologici - foto di PhotoMIX Ltd. da Pexels
    Leggi
    02/12/2019 - 18:33
    Economia
    Mercato bio, i trend

    Negli ultimi dieci anni, il mercato del biologico è notevolmente mutato, grazie all'ingresso della Grande Distribuzione Organizzata (GDO). Oggi è possibile reperire tranquillamente anche i più grandi marchi anche nei supermercati e nei discount, situazione che li ha resi padroni della...

  • green packaging
    Leggi
    03/08/2020 - 00:00
    Ambiente
    Il packaging green: cosa prevedono gli imballaggi del futuro

    La questione ambientale è al centro delle discussioni in Italia e in tutti i paesi Europei. Se fino ad alcuni anni fa l’economia e l’ecologia erano due discipline indipendenti, oggi la situazione è molto diversa e viene applicato sempre di più il concetto di economia ecologica.

  • Agricoltura sostenibile: un metodo di coltivazione che guarda al futuro
    Leggi
    07/02/2020 - 11:15
    Agroalimentare
    Agricoltura sostenibile: un metodo di coltivazione che guarda al futuro

    Oggi in Italia ci sono moltissime aree dedicate all’agricoltura sostenibile.  Si tratta di un metodo molto versatile e adattabile anche al tipo di terreno che di volta in volta si deve lavorare.