11/09/2017 - 13:00

L'energia pulita viaggerà in wireless e con basso impatto ambientale

La frontiera delle energie rinnovabili va ancora oltre. Scoperta una modalità di trasmissione dell'energia rinnovabili senza bisogno di cavi, nè piloni. Viaggerà in modalità wireless e anche a lunghe distanze. Tecnologia sperimentata dall'Istituto di ricerca in Abruzzo.
energia pulita
Gli scienziati dell’istituto di ricerca internazionale Res On Network, con una sede in Abruzzo hanno sperimentato un sistema di trasmissione di energia a basso impatto ambientale. Già dallo scorso anno la torre di avvistamento della riserva marina di Cerrano in Abruzzo utilizza energia pulita derivante dal moto ondoso per il sistema di illuminazione. Quest'energia arriva alla torre in modalità wireless da mezzo chilometro di distanza. Questo sistema di trasmissione di energia non ha bisogno di cavi nè di piloni per giungere a destinazione, è quindi un sistema combinato di energia rinnovabile trasmesso con un sistema a basso impatto ambientale.

La ricerca, completamente autofinanziata dall’istituto, è stata portata avanti da 12 esperti tra scienziati e tecnici che mirano a sperimentare la tecnica sul lago Maggiore il prossimo autunno per arrivare gradualmente a distanze di trasmisisone dell'energia di 20 km. Questa tecnologia potrebbe avvantaggiare i Paesi emergenti, dove l'energia rinnovabile potrebbe giungere alle campagne senza l'uso di infrastrutture pesanti e consumo di suolo.
 
Il direttore scientifico dell’istituto, Marco Santarelli, esperto di energia e ricercatore, spiega meglio il progetto: «Siamo partiti da una domanda banale: cosa possiamo fare di più oggi nel settore energetico al di là delle rinnovabili? Pensiamo che la risposta sia in questi test, perché la trasmissione dell’energia a distanza consente di non consumare suolo per le infrastrutture e allo stesso tempo di evitare black out e massimizzare l’efficienza della rete».

L'esperto ci spiega come si riesce a spostare l’elettricità: «servono tre elementi alla base di un sistema fotovoltaico o eolico: due bobine in rame poste a distanza, che trasformano l’energia raccolta e creano nello spazio compreso fra loro un campo di forza, e un trasformatore, che rende il segnale energetico fruibile da una lampadina o da qualsiasi elettrodomestico». 


Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    04/07/2014 - 14:30
    Fossili
    Ambiente: energia pulita dalla CO2

    Un nuovo processo per la conversione di CO2 in acido lattico durante la produzione biologica di idrogeno attraverso la fermentazione batterica di scarti organici è stato messo a punto e brevettato dall'Istituto di chimica biomolecolare del Cnr di Pozzuoli. I risultati sono pubblicati su...

  • green energy
    Leggi
    12/12/2016 - 15:47
    Efficienza
    Arriva la prima batteria a flusso organica per l’accumulo di energia pulita

    Green Energy Storage, start up italiana specializzata in soluzioni tecnologiche per l’efficienza energetica e lo storage, ha presentato oggi la prima batteria a flusso organica per l’accumulo dell’energia rinnovabile. Il brevetto acquisito un anno fa all’Università di Harvard diventa un prodotto...