01/01/2013 - 01:00

Le Bertille: una sorpresa da Montepulciano!

Le Bertille, una giovane azienda di Montepulciano che si sta imponendo sul mercato italiano e internazionale con la sua produzione di vini molto territoriali, grazie anche ad una gestione giovane e dinamica all'interno di una denominazione tra le più tradizionali d'Italia.
Ad averla desiderata, programmata e poi realizzata con dedizione totale è stata la famiglia Roberti con un percorso anche simile, per la verità, a quello di molte aziende vinicole nate intorno agli anni '70 in Italia: Saverio Roberti è un noto avvocato romano che acquista un podere di pochi ettari immerso nel paesaggio collinare a sud di Montepulciano, esattamente lungo il percorso della Strada del vino che porta a Pienza. Doveva essere un punto di riferimento per occasionali fughe dalla città, il piacere di coltivare per la famiglia gli ulivi e il vecchio vigneto presenti nella tenuta. Ma vivere in campagna diventa sempre più coinvolgente, fino a trasformarsi nell'unica vera passione della figlia più grande dell'Avvocato Saverio. Olimpia, per onorare la tradizione di famiglia diventa avvocato, ma abbandona subito e per sempre la carriera forense per dedicarsi a tempo pieno ai suoi trattori e a quella terra che ormai considera sua. Da quel momento vivere a Le Bertille non è più solo un piacere, ma anche la nuova attività di famiglia: all'inizio del 2000 i Roberti acquisiscono un nuovo podere per arrivare a 20 ettari complessivi dei quali 10 suddivisi tra un lago, un torrente, un casale ristrutturato, cantine, uliveti, bosco e gli altri 10 destinati a vigneto.


"Volevo produrre quel Nobile di Montepulciano che ricordavo, quello degli anni '70 e '80, quello fatto solo con vitigni locali, schietto, senza legni eccessivi, un vino dai profumi indimenticabili, ma che fosse elegante e fresco, prima che potente" dice Saverio Roberti e, aggiunge Olimpia "per produrre il 'nostro' Vino Nobile siamo partiti dalla scelta di cloni di sangiovese a bacca piccola e a grappolo spargolo, e abbiamo recuperato tutte le marze di vecchi vitigni di ciliegiolo, colorino e mammolo che trovavamo sulle nostre terre. Il nostro primo Nobile di Montepulciano in bottiglia è della vendemmia 2003". L'azienda ora produce circa 17.000 bottiglie di Nobile di Montepulciano, 11.000 bottiglie di Rosso di Montepulciano, 12.000 bottiglie di Chianti dei Colli senesi e 7.000 bottiglie del Rosso toscano "L'Attesa", tutti vini che si distinguono per il carattere deciso, fortemente territoriale ma con freschezza di beva, scelta premiata anche dai mercati internazionali. I vini de Le Bertille si sono fatti notare nella recente anteprima del Vino Nobile di Montepulciano avvenuta nello scorso febbraio, dove sono stati definiti "fini", "eleganti", "un assaggio emozionale e profondo", "accattivanti, equilibrati", "vini compiuti". Per maggiori informazioni visitare il sito www.lebertille.com.
Vesna Tomasevic
autore

condividi su