05/11/2021 - 11:57

Laudato Si’ e Agenda 2030 dell’Onu, dai principi alle azioni

Lunedì 8 novembre nell’ambito del progetto “Obiettivo 2030 Laudato Sì’”, si svolgerà a Siena, presso la Parrocchia del Corpus Domini in San Miniato alle Scotte, in via Aldo Moro 4, a partire dalle ore 17:00, il primo importante appuntamento della Piattaforma d’Azione sul tema dell’agricoltura sostenibile e delle comunità energetiche, organizzato da Earth Day Italia, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), l’Arcidiocesi di Siena-Colle di Val D’Elsa-Montalcino ed il Santa Chiara Lab dell’Università di Siena.

Laudato Sì

Grazie al lancio, a settembre, del progetto “Obiettivo 2030 Laudato Sì’, Earth Day Italia ed ASviS aprono ufficialmente il tour nazionale di sensibilizzazione e mobilitazione di tutto il territorio nazionale sulla Laudato Sì e la Piattaforma d’Azione promossa dal Dicastero Pontificio per i Servizi dello Sviluppo Umano Integrale. “Con la Piattaforma Laudato si’”, sottolinea il Cardinale Augusto Paolo Lojudice, Arcivescovo di Siena, “Papa Francesco invita tutta la Chiesa ad essere interprete autentica e coerente di quella conversione ecologica senza la quale rischiamo di danneggiare irreparabilmente il Creato che ci è stato dato in custodia. Non abbiamo più molto tempo purtroppo ed è per questo che la Diocesi di Siena ha accolto senza esitazioni la proposta di aprire questo nuovo cammino di speranza”.

Attraverso la Piattaforma, Papa Francesco invita tutti gli individui e le componenti della comunità locale a realizzare concretamente gli obiettivi della Laudato Sì: fornire una risposta al grido della Terra e dei poveri,  promuovere un’economia ecologica e l’adozione di stili di vita sostenibili, revisionare e ridefinire i programmi d’insegnamento per un’istruzione ecologica, incoraggiare una riflessione comunitaria di spiritualità ecologica e il coinvolgimento della comunità tramite una partecipazione attiva. Ad agire sono chiamati persone e famiglie, diocesi e parrocchie, comunità religiose, istituzioni educative, centri di assistenza sanitaria, operatori economici, organizzazioni e gruppi.

Chiamate dalla Santa Sede a dare un contributo il più possibile pragmatico all’iniziativa di Papa Francesco, le organizzazioni civili di Earth Day Italia e l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile intendono portare, grazie all’aiuto delle Diocesi più sensibili, una migliore conoscenza di tutti gli strumenti oggi a nostra disposizione per passare dalle parole ai fatti. Secondo la presidente di ASviS Marcella Mallen: “Decisiva per il cambiamento sarà la leva di una nuova coscienza collettiva. Tessere reti, diffondere le migliori pratiche che riguardano la sostenibilità, promuovere la collaborazione e un’educazione che ci alleni a vivere in una dimensione di valore meno individuale e più comunitaria sono le azioni da mettere in campo per generare un futuro sostenibile ed equo”.

Afferma il presidente di Earth Day Italia, Pierluigi Sassi: “Grazie ad eventi, campagne informative e ad uno sportello informativo gratuito che sarà disponibile sul sito www.obiettivo2030.it, tutti potranno formarsi o approfondire temi come i finanziamenti disponibili, le soluzioni tecnologiche ed energetiche, le opportunità imprenditoriali, le occasioni per risparmiare rispettando il pianeta e via dicendo, contribuendo allo stesso tempo al raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU”. Sarà possibile seguire la diretta streaming sui siti asvis.it, earthday.it e obiettivo2030.it, e sul canale youtube dell’Arcidiocesi di Siena-Colle di Val D’Elsa-Montalcino. L’evento inoltre sarà seguito da un live tweeting dalla pagina @ASviSItalia, hashtag #LaudatoSi.

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati