01/01/2013 - 01:00

La fontana del latte: economica, sostenibile, buona

Il latte appena munto è qualcosa di completamente diverso dal latte che solitamente si acquista e si è abituati a bere. In realtà più che abituati a bere sarebbe meglio dire "costretti" a bere, visto che tranne i pochi che ancora riescono a procurarsi il latte direttamente dalla fattoria, per tutti gli altri l'unico modo per averlo è comprarlo al supermercato.
Oramai da qualche tempo, però, fortunatamente un'alternativa c'è: il distributore automatico di latte appena munto.

Oramai le "fontane del latte" sono una realtà che si sta espandendo abbastanza velocemente visto che la Coldiretti ne ha contate circa trecento distribuite su tutto il territorio nazionale.

I distributori automatici di latte, oltre a garantire un prezzo "equo" di circa 1 euro al litro, permettono di avere un prodotto freschissimo per circa 48 ore e di ridurre notevolmente il numero di imballaggi utilizzati, visto che l'acquirente si reca al distributore direttamente con la propria bottiglia in vetro.

Si tratta di iniziative private, intraprese da singoli allevatori che installando l'apposita macchina nella propria azienda o nelle piazze hanno reso più diretto il contatto con il consumatore.

Un'iniziativa di successo che è un esempio di filiera corta che favorisce, inoltre, l'aumentare delle visite alle aziende zootecniche che producono il latte, rendendo possibile il contatto umano e professionale tra produttore ed acquirente.

(autore: Matteo Bellini - www.cuocopersonale.com)
Riccardo Bandello
Editore

condividi su