10/01/2018 - 16:28

La Corte dei conti UE controlla l'Italia per il benessere degli animali

Cinque paesi europei sono sotto la lente d'ingrandimento della UE per il benessere degli animali da allevamento

In Europa si trovano più di 300 milioni fra mucche, pecore, maiali e capre ed oltre 4 miliardi fra galline, polli e tacchini. Numeri impressionanti che richiedono un controllo sul loro stato di benessere.

benessere degli animali

Cinque paesi europei, tra cui l'Italia, sono sotto la lente d'ingrandimento della Corte dei Conti della UE che sta effettuando un audit sulle norme comunitarie relative al benessere degli animali da allevamento. Come accade spesso, gli animali da allevamente vivono in condizioni a dir poco disumane, gli animali sono vittime di maltrattamenti e sfruttamenti. Per questo l'UE ha deciso di fare chiarezza e svolgere un'analisi approfondita.

Tra il 2014 e il 2020 la Comunità Europea  ha stanziato 1,5 miliardi di euro per il benessere degli animali. I risultati dell'audit saranno pubblicati nel corso del 2018 e prenderà in considerazione l'intero "ciclo di vita" degli animali sia negli allevamenti che nel trasporto e nella macellazione.

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati
  • Leggi
    06/02/2015 - 19:00
    Ambiente

    #GIULEZAMPE, gli animali non possono...

    Canie gatti paragonati a televisori o tostapani. E' questo che afferma la legge italiana. Per questo Tessa Gelisio - ambientalista e Presidente di ForPlanet Onlus - con il patrocinio della Lega Nazionale per la difesa del Cane, lancia la petizione #giulezampe su change.org perché gli animali da...

  • Pet care
    Leggi
    05/05/2017 - 12:21
    Attualità

    Pet care: Europei sempre più...

    Da un report emerge che i Paesi Europei si scoprono sempre più affezionati agli animali da compagnia con una crescita del 0,9%. Sono presenti 200 milioni di animali in tutta Europa pari a un giro di affari pari a quasi 10 milioni di euro.

  • ambiente
    Leggi
    10/03/2017 - 19:01
    Ambiente

    Bio-geografia: come si distribuiscono...

    Secondo uno studio italo-francese, guidato dall’Università Statale di Milano, la distribuzione degli animali nei luoghi del pianeta è stata determinata dalla combinazione di climi, barriere montuose e movimenti geologici.

  • Leggi
    23/03/2016 - 19:00
    Ambiente

    Giorgio Armani dice stop alle pellicce...

    La LAV: svolta storica per il "Re" della moda, una scelta di vero stile. Possibile e di successo la moda etica, responsabile e sostenibile: senza materiali animali come il progetto Animal Free Fashion (www.animalfree.info).