01/01/2013 - 01:00

L magia teatrale della "Grande foresta"

Il Centro Ambientale "Canali" di Ortelle ospita la magia teatrale della "Grande foresta": storia dell'ultimo lupo di Puglia. Il Parco Costiero e la Cooperativa Thalassia assieme, il 16 settembre, per lanciare un grande messaggio ai bambini di ogni età.
Una rappresentazione teatrale commovente, tratta da una storia vera, che narra di un lupo, l'ultimo abbattuto in Puglia, e della crescita di un bambino in un mondo che pian piano svanisce sotto la scure di una quotidianità che non riesce più ad elevarsi attraverso la bellezza del creato. Una grande verità si nasconde tra le pieghe della suggestiva opera, portata sul palco da Luigi D'Elia a cura della cooperativa Thalassia, e di scena il 16 settembre alle 18:30 presso il centro ambientale Canali di Ortelle. Scelta di dettaglio anche per la location: il vecchio percolatore diventato un Centro Ambientale grazie al progetto del Parco naturale regionale Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase.

"Luigi d'Elia (...) anche quest'anno ci incanta con "La grande foresta" (..) scritta ancora con il fido Francesco Niccolini, trasportandoci in un villaggio del mondo dove gli alberi scompaiano e con loro anche chi li abita, uomini e lupi che sembrano usciti dal Dersu Uzala di Akira Kurosawa". Così la critica di Mario Bianchi ha accolto l'evento. Thalassia è una compagnia specializzata nella realizzazione di progetti connessi alle tematiche dello sviluppo sostenibile e attraverso la rappresentazione ci chiede perché è sempre colpa del lupo? E perché è lui il cattivo delle storie? scopriremo in questa storia dalle trame delicate che non è sempre così..

In una storia densa di fascino ricamata attraverso la figura del lupo, rispetto per l'ambiente e amore verso gli animali, si ricompongono al fine attraverso il dialogo del bambino e suo nonno, nell'armonia incantata della natura. L'iniziativa, che rientra nella stagione di Parco in Festa che da quest'anno comincia un percorso integrato nei Comuni del Parco, si rivolge soprattutto al pubblico delle famiglie al quale consegna il valore di un patrimonio importante da tramandare intatto alle generazioni; proprio nei primi giorni di scuola, un bel modo di ricominciare!
Marilisa Romagno
autore

condividi su