18/09/2014 - 14:30

L'Autobus di RIscARTI a via dei Fori Imperiali per l'European Mobility Week

L'European Mobility Week a Roma fino al 21 settembre: l'autobus di RIscARTI in via Dei Fori Imperiali per allestire una ciclo officina mobile (tutti i giorni a cura di Cicló e 16bici della coop. Il Grande Carro) e una mostra mercato con opere di riciclo creativo. Nel week end la performance artistica "Rott-amiamo gli autobus" di Lorenzo Gubinelli e Studio Sotterraneo.
La settimana Europea per la mobilità sostenibile a Roma parte così, con una ciclo-officina su un autobus Atac, in via dei Fori Imperiali - recentemente pedonalizzati grazie alla determinazione di Legambiente - insieme ad una mostra mercato di opere di riciclo creativo sotto il cappello di RIscARTI ed Atac. Il forum Magnum - i Romani chiamavano l'area in questo modo - era il centro della vita politica, nonché la più antica sede del Comitium. "Vogliamo parlare di città smart e sostenibili, a misura di cittadino, più verdi, in sintonia con l'ambiente e con gli stili di vita virtuosi. Vogliamo incoraggiare l'autoproduzione e l'autoriparazione, l'uso dei mezzi pubblici e delle biciclette" spiega Marlene Scalise, presidente di RIscARTI, contenitore multidisciplinare di esperienze sull'up-cycling, che aveva già allestito tre autobus Atac prossimi alla rottamazione durante la II edizione del Festival internazionale del riciclo creativo a Roma. "Molti preziosi scarti ai quali l'Atac ci ha dato accesso" - aggiunge - "ci sono serviti per costruire tavoli, armadietti e nuove sedute, in sintonia con una nuova sensibilità crescente, anche nello stile, di beni durevoli e non standardizzati".

Alcuni rifiuti provenienti dai depositi dell'azienda - circa il 24% dei rifiuti speciali prodotti da Atac SpA sono imballaggi di legno, vetri, pneumatici - potrebbero essere sottratti dalla filiera dei rifiuti, in quanto materie prime, e quindi diventare materiale utilizzabile dai creativi del riuso. Per tutta la settimana Cicló, la bottega artigiana per ciclisti ispirati, e 16bici della coop. Il Grande Carro, offriranno un servizio di riparazioni, ciclo-restauri e usato-garantito. Sull'autobus viaggeranno, insieme ai passeggeri che si lasceranno guidare verso una società più equa, più attenta e sensibile alla questione dei rifiuti, le opere d'arte e d'ingegno fatte con materiali di scarto degli Artisti Green di RIscARTI: Cristiano Muti autore di due "Totem" o "Menhir" in ferro come un manifesto spirituale contro lo spreco; Dorotea Prehn con l'istallazione "L'altra faccia della spazzatura" visibile solo se si pedala su una vecchia cyclette; il vestito fatto con le cinture di sicurezza di Anamarija Pirc; la Super-Atac di Alessandro Ciafardini un connubio di funzionalità e creatività.

Le produzioni artistiche dalla materia rinata, sono utili per riaccendere attraverso l'Arte l'intelligenza Ecologica, e creare una cultura del riciclo, una nuova fucina d'idee per foggiare ingegni e soluzioni sostenibili, proprio alle pendici del Campidoglio, in prossimità del cosiddetto Umbilicus Urbis, l'ombelico del mondo, dove un tempo si trovava il Volcanale, un antichissimo santuario dedicato al dio Vulcano: Vulcano è il Dio romano del fuoco terrestre, un fabbro che compie lavori di fucinatura per gli Dei, e distrugge le armi dei nemici. E siccome la città eterna è capace ancora di ispirarsi alla magia del mito, e allo stesso tempo di farsi capofila d'innovazione, memore di un impero che fu glorioso e il più longevo, domenica 21 alle ore 11.30 l'Acciaieria insieme a RIscARTI presenteranno la ciclo-biga, costruita con scarti provenienti dai depositi Atac: un mezzo di origine sacra, che guarda al futuro di una città capace di meravigliare ad ogni meta. La meta durante la gara sulla biga o sulla quadriga era un giro che si faceva intorno ad un punto, ognuno di essi dedicato ad un eroe.

La corsa rappresentava il ciclo delle stagioni: venivano aperti i carceres, le postazioni della partenza, che in totale erano dodici come i segni zodiacali; mentre le fazioni erano quattro come le stagioni, i giri da compiere erano sette come i Pianeti intorno al sole. Roma è padrona di una magia, che affonda le sue radici nella sacralità. La ciclo-biga di RIscARTI con le biciclette al giogo, un mezzo di trasporto ecologico e simbolo della civiltà romana, permetterà di sentire per le vie della urbs il piacere a cui gli Aurighi, e a volte l'imperatore stesso, non potevano rinunciare: il fruscio delle ruote sui san pietrini, la piacevole fatica della corsa, l'emozione della partenza, i palazzi a vista avvolti nella bellezza ... un'emozione slow per godere del viaggio, a cavallo tra saper fare, memoria e sensibilità ecologica, proiettati nel futuro delle nuove tecnologie.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su