01/01/2013 - 01:00

L'auto elettrica corre sulla via Emilia

La mobilità elettrica di Enel è ormai di casa in Emilia Romagna. Nella regione che più di tutte in Italia ha legato il suo nome ai motori, dando i natali a grandi piloti su due e quattro ruote e ad altrettanto grandi auto da corsa, continua la diffusione dei veicoli alimentati ad elettricità e delle infrastrutture necessari per la loro circolazione.
L'ultima novità su questo fronte, in ordine di tempo, arriva da Reggio Emilia dove Enel sta installando decine di colonnine di ricarica in particolare nel centro storico e nei maggiori parcheggi dell'area urbana. Si tratta dell'ennesimo passo in avanti della fase operativa dell'accordo tra il comune e l'azienda che rientra nella ampia rete di intese siglate da Enel con la Regione e numerose amministrazioni emiliane e romagnole. Reggio Emilia può già contare su un parco auto comunale con circa 350 veicoli alimentati ad elettricità e fa parte della rete di città che hanno scelto con Enel la strada dell'interoperabilità. Grazie ad un accordo tra Enel, Hera e regione Emilia Romagna le città di Bologna, Rimini, Imola, Modena e Reggio Emilia sono coinvolte in un programma di installazione di ottanta colonnine di ricarica con uno standard unico e condiviso, vale a dire con i medesimi sistemi di software e hardware sia per quanto riguarda il rifornimento di energia elettrica, sia per il sistema informativo. I cittadini delle cinque città coinvolte, proprietari di un'auto elettrica, possono così ricaricare indifferentemente i loro veicoli utilizzando una tessera per l'abilitazione della fornitura collegata a un contratto di vendita di energia o attraverso l'integrazione del contratto nella carta regionale "Mi muovo elettrico".

fonte: enelsharing.enel.com
Tommaso Tautonico
autore

condividi su