23/12/2014 - 20:52

L'albero di Natale sicuro: le 10 regole dell'Osservatorio Vega Engineering di Mestre

Il vademecum per la sicurezza sotto l’albero di Natale: troppi addobbi natalizi non sono a norma,al nord come al sud del Paese. E il rischio incendio nel periodo delle festività aumenta. Circa 350 mila luminarie sequestrate dalla Guardia di Finanza a Jesolo per un valore di 250 mila euro. Altri 5 mila 200 prodotti nel veronese e ancora un sequestro nel bellunese pari a 15 mila euro. Altri 70 mila 500 addobbi luminosi ‘fuorilegge’ a Bari, 7 mila 500 a Pescara e circa 100 mila pezzi a Napoli.
Sono solo alcuni dei numeri che raccontano i sequestri di addobbi luminosi non a norma effettuati negli ultimi giorni dalla Guardia di Finanza. Cifre che crescono esponenzialmente, purtroppo, percorrendo la cronaca del nostro Paese da Nord a Sud. E l’emergenza si ripropone ogni anno specie durante il periodo natalizio.

Per questo l’Osservatorio Sicurezza Vega Engineering di Mestre rinnova le proprie raccomandazioni per trascorrere un Natale illuminato e in piena sicurezza.

“Il nostro obiettivo – spiega l’ingegner Mauro Rossato, Presidente dell’Osservatorio mestrino - è quello di diffondere la cultura della sicurezza puntando i riflettori sulla sicurezza elettrica soprattutto nel periodo natalizio”.
Del resto i sequestri della Guardia di Finanza degli ultimi giorni ne sono una chiara testimonianza: “spesso le luminarie in commercio non sono a norma – prosegue Rossato – e in molti casi si tratta di prodotti facilmente surriscaldabili che possono provocare veri e propri incendi”.

Gli infortuni causati da luminarie difettose o da un comportamento scorretto nell’utilizzo, del resto, sono una costante che caratterizza ogni chiusura d’anno. E la premessa per un Natale sicuro parte proprio dalle mura domestiche. “Fondamentale – precisa ancora Rossato – è prestare attenzione e utilizzare il buon senso pensando sempre che ogni nostra azione può riflettersi negativamente sulla sicurezza delle persone e in particolare dei bambini”.

Ed ecco le 10 regole di Vega Engineering

  1. Evitare di acquistare prodotti “estremamente” economici. E’ probabile infatti che i produttori abbiano trascurato il fattore sicurezza
     
  2. Deve essere visibile la marcatura CE (Comunità Europea), con i dati del fabbricante o del mandatario (es. distributore)
     
  3. Preferire la presenza di un marchio di certificazione volontario (ad esempio il marchio IMQ)
     
  4. Controllare che ci siano le istruzioni per l’uso
     
  5. Per i prodotti da utilizzare all’esterno, è indispensabile verificare che il costruttore dichiari l’“uso esterno”
     
  6. Prima di collegare le catene luminose è indispensabile accertarsi del buono stato di conservazione del prodotto (naturalmente non ci devono essere fili o spine danneggiati)
     
  7. Evitare le spine multiple e preferire le “ciabatte” oppure una presa per ogni catena luminosa
     
  8. Evitare che i fili rappresentino un ostacolo per il passaggio delle persone
     
  9. Non utilizzare per lunghi periodi le catene luminose da interno, specialmente in assenza di persone
     
  10. Evitare che le luminarie siano a contatto o estremamente vicine a materiali combustibili (tende, divani, tappeti, ecc.)
Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su